Crea sito

Cucinare è passione

Pane decorato senza lievito

Pane decorato senza lievito

Il pane pintau

Si tratta di un pane cerimoniale molto pregiato, che viene magistralmente prodotto in alcune zone della Sardegna dove ancora oggi, viene conservata la tradizione di celebrare ricorrenze mediante l’alimentazione (cosa che tra l’altro in un certo senso facciamo un po’ tutti). Preparare il cibo e donarlo, soprattutto il pane, è sempre stato infatti un “gesto” rituale che sottolinea il legame sentimentale ed il rispetto reciproco poiché chi riceve in dono il pane, lo apprezza, gratificando la massaia per le doti artistiche e la dedizione impiegata nella elaborazione, chi invece lo prepara e lo dona, spende amorevolmente parte del proprio tempo a realizzarlo con tanta passione. Più la ricorrenza è speciale e più importante ed elaborato diviene il pane, fino a divenire un vero e proprio “gioiello da esposizione” da presentare in occasioni speciali come le nozze (su pani pintau), le festività ricorrenti come la Pasqua (su pani cu l’ovu) o il Capodanno (su pani Candelariu) e così via.

http://blog.giallozafferano.it/pastamadrelover/su-pani-pintau-pane-artistico-sardo/

Su Coccoi è il tipico pane decorato della Sardegna, il più pregiato, prodotto con semola di grano duro, dalla consistenza compatta e croccante, come da usanza cotto nel forno a legna a cupola. Ne troviamo la variante moderna in tutti i panifici della Sardegna con il nome di Pasta Dura ma l’originale tradizionale Coccoi delle feste, come quello fatto in casa anni e anni fa, lo troviamo, ora, in poche parti dell’Isola e, una di queste, è a casa dei miei Nonni nel comune di Palmas Arborea, in provincia di Oristano.

ingredienti:
500 gr di farina 00
40 gr di strutto
200 gr di acqua tiepida
1 pizzico di sale
1 cucchiaino da caffè di zucchero
procedimento:
unire tutti gli ingredienti e impastare, dobbiamo ottenere un impasto liscio, lasciamo riposare per circa 2 ore
P1080400
P1080403
P1080404