Crea sito

Cucinare è passione

IL BENSONE NOCCIOLATO

IL BENSONE NOCCIOLATO

Il bensone (bensòun in modenese), chiamato anche balsone (balsòn) o bassolano (nel dialetto mirandolese basulàn; nella parte centro-meridionale della provincia detto busilàun) è un dolce di origine modenese, forse il più semplice e antico di queste zone, di forma ovale.
Viene spesso mangiato tagliato a fette imbevute nel vino lambrusco.
Nel XIII secolo la comunità modenese lo offriva alla corporazione dei fabbri e degli orafi in occasione della festa patronale di questi artigiani. L’etimologia del nome potrebbe derivare dal francese pain de son, ovvero pane di crusca, poiché un tempo, si utilizzava per la preparazione del dolce la farina non setacciata. L’antica ricetta del bensone, rimasta nel tempo quasi immutata, prevedeva un impasto di farina, latte, uova, burro e miele. Quest’ultimo ingrediente è stato successivamente sostituito con lo zucchero.
Il bensone può essere farcito con 100-150 g di marmellata o di savòr.
Lo stesso impasto del bensone era anche utilizzato per un altro tipico dolce della zona, la ciambella, di forma rotonda con un buco al centro.

  • DifficoltàBassa
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione30 Minuti
  • Tempo di cottura40 Minuti
  • Porzioni10
  • Metodo di cotturaForno
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 420 gFarina
  • 100 gFecola di patate
  • 180 gZucchero
  • 3Uova
  • 50 mlLatte
  • 170 gBurro (semi morbido)
  • 1 bustinaLievito in polvere per dolci
  • 1 bustinaVanillina
  • 330Nocciolata
  • 2 cucchiaiZucchero (in granella, per la decorazione)
  • 2 cucchiaiLatte (per spennelare)

Preparazione per il Bensone nocciolato

  1. In una capiente ciotola setacciate la farina con la fecola, il lievito e il sale, poi aggiungete tutti gli altri ingredienti. Lavorate l’ impasto con le fino a renderlo omogeneo.

  2. Con il mattarello stendete su carta da forno la pasta in un rettangolo allo spessore di 4 mm.

  3. Al centro distribuite la metà della nocciolata, poi, aiutandovi con la carta, piegate a libro un lembo di pasta sulla nocciolata.

  4. Distribuita sulla pasta piegata altra nocciolata, poi, ancora una volta aiutandovi con la carta, ripiegate la pasta sul secondo strato di nocciolata. Chiudete bene le estremità.

2,0 / 5
Grazie per aver votato!


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.