Crea sito

Cucinare è passione

Colomba senza glutine

Colomba senza glutine

La storia della colomba pasquale è da sempre circondata da miti e leggende: sono infatti moltissime le interpretazioni sulla sua nascita, sebbene appaia ormai certo come derivi invece da un’idea commerciale nei primi anni del ‘900. Di seguito, le informazioni sia sulla versione ufficiale che sui racconti più suggestivi.

Ufficialmente si fa risalire la nascita della colomba nei primi decenni del novecento, grazie a un’intuizione industriale rivelatasi un successo. Il tutto accade a Milano negli anni ’30 presso le strutture della ditta Motta, quando il direttore della pubblicità Dino Villani avanzò una proposta vincente.

L’azienda, già conosciuta per i suoi famosi panettoni, decise di trovare una strategia per riutilizzare macchinari e ingredienti natalizi anche nei mesi successivi. Nacque così la colomba: un dolce che sfrutta le medesime procedure di preparazione, rifinito da uno strato superficiale di mandorle. La preparazione classica prevede farina, burro, uova, zucchero, buccia d’arancia candita e le già citate mandorle, ma negli anni ne sono state create numerose varianti. In brevissimo tempo, grazie anche alla fama degli apprezzati panettoni del gruppo, la colomba si diffuse rapidamente tra i consumatori, diventando il dolce irrinunciabile odierno per la domenica di Pasqua.

La forma tipica sembra riferirsi alla tradizione cristiana: il volatile è infatti un animale che ricorre frequentemente nelle scritture, sia del Vecchio che del Nuovo Testamento. Dall’Arca di Noè alla Risurrezione di Cristo, la colomba nella religione è rappresentazione dello Spirito Santo, della speranza e della salvezza. Oltre ai significati connessi al culto, in moltissime culture mondiali la colomba è universalmente accettata come il simbolo della pace e della prosperità.

Ricetta:

primo impasto:

25 g di lievito di birra

300 g di farina scher ( quella per pane)

50 ml di acqua

80 g di zucchero

3 tuorli

100 di burro

1 g di sale

 

secondo impasto:

120 g di farina scher ( per pane)

30 di acqua

30 di zucchero

3 tuorli

100 di burro

1 gr di sale

60 arancia candita

80 scaglie di cioccolato fondente senza glutine

ingredienti per la copertura mandorlata:

4 albumi

50 di zucchero

50 farina di mandorle

zucchero in granella

mandorle

 

preparazione:

scaldiamo l’acqua per far sciogliere il lievito di birra, in una planetaria mettiamo  il nostro lievito sciolto, le uova e lo zucchero, intanto accendiamo la planetaria, e poco alla volta aggiungiamo la farina, il sale e il burro a temperatura ambiente facciamo amalgamare bene, lasciamo lievitare per tre ore.

P1080213

prendiamo il nostro impasto e aggiungiamo  le uova, lo zucchero e l’acqua , accendiamo la planetaria, aggiungiamo poco alla volta la farina il sale e il burro impastiamo bene quindi aggiungiamo la frutta candita e il cioccolato. Versiamo il nostro impasto in uno stampo di colomba e lasciamo lievitare per 4 ore.

P1080214

accendiamo il forno a 180°, montiamo non a neve i tuorli con lo zucchero e la farina di mandorle, quindi versiamo sopra la colomba e decoriamo con la granella di zucchero e le mandorle.

P1080215

inforniamo per circa 30 minuti

P1080216

P1080218