Coniglio alla toscana

coniglio-alla-toscana

D’accordo… non è un piatto tipicamente estivo, ma è talmente, ma talmente buono che vi assicuro sarà ugualmente graditissimo. Inoltre si può gustare anche tiepido. Una ricetta non inventata da me, ma insegnatami da una signora lucchese che sulla cucina tradizionale era ed è davvero imbattibile. Carpito il suo segreto, non mi sognerei mai di cucinareil coniglio in altro modo, perchè il coniglio alla toscana è davvero inimitabile, oltre che semplice da realizzare. Andiamo in cucina, via! 😉

– un coniglio tagliato in parti
– uno spicchio d’aglio
– un generoso rametto di rosmarino

– un bicchierino di brandy
– due bicchieri di vino bianco secco
– 3 cucchiai di passata di pomodoro rustica

– una manciata di olive toscane o olive nere al forno(quelle secche)
– 5/6 patate
– olio per friggere
– olio evo qb
– sale e pepe

Prendere due padelle. In una mettere a friggere le patate in pezzi piuttosto grossi.
Nel frattempo mettere l’olio evo nell’altra padella e farvi rosolare i pezzi di coniglio a fuoco medio, con il rosmarino, lo spicchio d’aglio, il sale e il pepe. Quando sarà ben dorato da tutti i lati abbassare il fuoco e versare il brandy che toglierà il sapore di “selvatico”. Non appena sarà evaporato versare il vino bianco, coprire con un coperchio e lasciar cuocere a fuoco medio per circa 30 minuti, controllando e girando ogni tanto. 10 minuti prima di fine cottura aggiungere le olive.
Cotte le patate, metterle su un foglio assorbente o di cartapaglia perchè perdano l’unto in eccesso.
A cottura del coniglio ultimata (dovrà restare un poco di sughino, eventualmente asciugasse aggiungere un poco di acqua) aggiungere le patate nella padella e mescolarle al coniglio perchè si insaporiscano con il sughetto. Buon appetito!

Precedente Involtini di speck alle nocciole Successivo Sfogliata estiva