Risotto alle castagne e crescenza

Una delle mie preparazioni autunnali preferite è il risotto alle castagne, un must di questa stagione che non stufa mai. E’ un piatto semplice e delicato che ricorda le cose buone di una volta.

Chi segue il blog ricorderà  il risotto alle castagne e salsiccia, una delle mie ricette più apprezzate e lette dell’anno precedente. Quest’anno ve lo ripresento in una nuova veste, ho abbandonato la salsiccia a favore della crescenza per creare un piatto vegetariano e cremoso.

Le castagne vanno bollite e aromatizzate con i semi di finocchio. Il brodo è vegetale e si prepara facilmente facendo bollire un litro d’acqua con un carota, mezza cipolla, una costa di sedano, sale pepe e alloro.

 Se volete farvi coccolare da questo comfort food dell’autunno segnatevi la ricetta! E mi raccomando, seguitemi anche sui social:

Seguimi sulla mia pagina FACEBOOK clica qui

Seguimi su Instagram! clicca qui

Risotto alle castagne e crescenza
  • Difficoltà:
    Bassa
  • Preparazione:
    20 minuti
  • Cottura:
    20 + 18 minuti
  • Porzioni:
    4 persone
  • Costo:
    Basso

Ingredienti

  • Riso (io Carnaroli) 320 g
  • Castagne (sbucciate e lesse) 200 g
  • Crescenza 3 cucchiai
  • Scalogno 1
  • Olio extravergine d’oliva
  • Vino bianco secco 1 bicchiere
  • Semi di finocchio (per bollire le castagne)
  • Brodo vegetale 1 l
  • Parmigiano reggiano (grattugiato) Facoltativo:

Preparazione

  1. Preparate il brodo vegetale.

    Nel frattempo sbucciate le castagne e fatele bollire in una pentola d’acqua leggermente salata e aromatizzata con semi di finocchio (un cucchiaino). 

    Fate rosolare in un tegame con due cucchiai di olio extravergine di oliva uno scalogno tritato.

    Unite anche il riso e fate tostare per qualche istante a fuoco vivo mescolando con un cucchiaio di legno, poi versate un bicchiere di vino bianco secco e lasciate evaporare.

    Coprite con qualche mestolo di brodo vegetale ben caldo. Abbassare la fiamma e proseguire la cottura a fuoco moderato. Aggiungente di tanto in tanto un mestolo di brodo per non fare asciugare il risotto.

    Dopo metà cottura (al 15-esimo minuto circa) versate le castagne lessate, pulite (va tolta la pellicina) e sbriciolate con una forchetta. In pochi minuti si scioglieranno in una purea densa e cremosa.

    A fine cottura aggiungete la crescenza. Togliete dal fuoco, mescolate delicatamente con un cucchiaio di legno e lasciate mantecare.

    Servire il risotto decorando ogni piatto con delle castagne bollite sbriciolate.

Note

Il Risotto alle castagne e crescenza va servito subito ben caldo. Non consiglio la conservazione.

Potete decorare con delle foglioline di finocchio selvatico.

Seguimi sulla mia pagina FACEBOOK clica qui

Seguimi su Instagram! clicca qui

Precedente Burger di Melanzane (vegan) Successivo Dolce ai Cachi con crema di Yogurt

2 thoughts on “Risotto alle castagne e crescenza

Lascia un commento

*