Pici toscani con agnello stufato

Pici toscani con agnello stufato.

pici toscani 001

Oh madonnina bella ,che  giro in Toscana che ho fatto oggi! Da lasciare l’acquolina in bocca. Eh sì questa ricetta è grandiosa, vi dico di appuntarvela. Nasce girovagando tra i banchi del mercato. Prendiamo ad esempio i pici, gli spaghettoni toscani fatti di pasta fresca tirata a mano con pazienza e olio di gomito.Sono tipici del senese, anzi, ad esser precisi, della zona della Valdorcia, a sud di Siena. Poi un buon Chianti ed infine l’agnello che in primavera è d’obbligo senonchè eccezionale.

Ecco la ricetta, sarà perfetta per il menù di Pasqua o per un buon pranzo primaverile in famiglia.

pici toscani 007

Per 4 persone , vi servirà:

  • 400 g pici toscani
  • 800 g spezzata d’agnello
  • 3 foglie alloro
  • sale
  • pepe
  • olio evo
  • 1 carota, 1 cipolla, 1 spicchio d’aglio, 1 costa di sedano
  • 2 bicchieri di buon Chianti (prodotto italiano DOP)
  • 1 bicchierino di grappa
  • 1 cucchiaino di cannella
  • 500 g passata di pomodoro
  • 100 g pecorino toscano (prodotto italiano DOP)

L’agnello stufato sarà un ottimo secondo.

Procedimento

Far appassire nell’olio evo la corota, la cipolla , l’aglio ed il sedono sminuzzati. Aggiungere la carne con sale e pepe e lasciarla caramellare a fuoco vivace. Bagnare col vino e lasciar cuocere un pò. Aggiungere il pomodoro, la grappa , la cannella e l’alloro. Cuocere a fuoco lento per almeno 1 ora. Servire con pecorino.

Ho provato a farla con gli gnocchetti sardi, il Cannonau ed il pecorino sardo ed era meravigliosa.

Se la mia proposta ti piace continua a seguirmi, clicca qui.

Print Friendly

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


*