Impanate Siciliane

Impanate

Le impanate siciliane sono, in sostanza, dei calzoni farciti con verdure e carne e, dalle mie parti, si preparano tradizionalmente per la vigilia di Natale con due diversi ripieni: con bietole (“zarche”) e salsiccia e con patate e cavolfiori (“brocculi”). Quando ero bambina aspettavo con trepidazione il periodo di Avvento perché tutta la famiglia “allargata” si riuniva spesso allegramente, nei freddi pomeriggi di dicembre, per preparare i dolci natalizi e le pietanze tradizionali…ed era quella la vera festa! So bene che quei momenti unici e preziosissimi non torneranno mai più, ma mi basta chiudere un attimo gli occhi per risentire il profumo di buono che pervade la casa, il calore del fuoco scoppiettante nel vecchio forno in pietra, la gioia immensa di stare accanto alle persone più care.

Quella che vi propongo è molto più di una ricetta per me ed ha l’odore e il sapore intenso della memoria.

 

Ingredienti per 4 impanate

Ingredienti per la base:

  • 450 g semola rimacinata di grano duro
  • 300 g farina 00
  • 2 bustine di lievito disidratato per panetteria o 1 cubetto di lievito di birra fresco
  • 400 ml acqua tiepida
  • 20 g sale

Ingredienti per i due ripieni:

  • 800 g polpa di pomodoro
  • 1 spicchio d’aglio
  • 2 kg bietole (“zarche”)
  • 2 grosse cipolle + 1 piccola
  • una decina di olive nere non salate
  • 200 g salsiccia
  • 700 g patate
  • 1 cavolfiore piccolo
  • 250 g carne macinata di maiale
  • 50 g caciocavallo ragusano grattugiato
  • foglie di basilico
  • sale e pepe q.b.
  • olio evo

 

Procedimento

Per prima cosa preparate la salsa di pomodoro e le verdure per i due ripieni. Tritate finemente l’aglio, mettetelo in un tegame e fatelo imbiondire su fiamma moderata con un filo d’olio evo. Versatevi poi la polpa di pomodoro, condite con sale e pepe q.b. e fate insaporire per circa 30 minuti, aggiungendo a fine cottura qualche foglia di basilico. Togliete dal fuoco e lasciate raffreddare.

Lavate bene le bietole e cuocetele in abbondante acqua bollente salata finché le foglie e le coste non saranno ben cotte (verificate infilzandole con una forchetta). Scolate le verdure e lasciatele raffreddare. Quando saranno fredde strizzatele con le mani e tagliatele grossolanamente con un coltello. Tagliate a listarelle due grosse cipolle e friggetele in padella con olio d’oliva. Conditele con un pizzico di sale e di pepe e quando saranno morbide e dorate aggiungetevi le bietole e le olive nere private del nocciolo e tagliate a pezzetti. Lasciate insaporire su fiamma bassa per circa 10 minuti. Poi trasferite il composto in una ciotola e lasciate raffreddare.

Sbucciate le patate e lavatele. Tagliatele a metà per il senso della lunghezza e poi affettatele nel senso opposto in modo da ottenere delle piccole mezze lune spesse circa tre mm. Tritate la cipolla piccola, fatela imbiondire in una padella antiaderente con un filo d’olio evo e versatevi le patate. Condite con sale e pepe e lasciate cuocere mescolando di tanto in tanto finché le patate non saranno ben cotte e dorate. Trasferite le patate in una ciotola e lasciate raffreddare.

Ponete sul fuoco un’altra padella antiaderente, fatela scaldare per qualche minuto e versatevi la carne macinata. Mescolate continuamente durante la cottura che richiederà una decina di minuti e sbriciolate la carne schiacciandola con i rebbi di una forchetta. Condite con sale e pepe q.b. e trasferite la carne tritata in un contenitore perché si raffreddi.

Mondate il cavolfiore, lavatelo accuratamente e tagliatelo in grossi pezzi. Cuocetelo in abbondante acqua bollente salata finché non sarà possibile infilzarlo facilmente con una forchetta. Quindi, scolate bene i pezzi di cavolfiore bolliti e friggeteli in padella con olio d’oliva. Quando saranno dorati, sbriciolateli in pezzetti più piccoli e condite con un pizzico di pepe.

A questo punto le verdure per i due ripieni sono pronte e potete dedicarvi alla preparazione dell’impasto base. In un capace recipiente setacciate le due farine ed il lievito in polvere, aggiungete il sale e versate poco alla volta l’acqua tiepida. Impastate a lungo con le mani fino ad ottenere un impasto omogeneo. Dividete l’impasto in quattro parti uguali e formate altrettante pagnotte tonde su una spianatoia infarinata. Lasciate lievitare le pagnotte coperte da un canovaccio finché il loro volume non sarà raddoppiato.

Preparate quattro fogli di carta forno che abbiano una dimensione più o meno quadrata. Stendeteli su un piano da lavoro e cospargeteli di olio di semi. Ponete su ciascuno una pagnotta e stendetela con le mani fino ad ottenere dei dischi spessi 3 – 4 mm. Cospargeteli tutti con la salsa di pomodoro mantenendo una distanza di circa due cm dal bordo. Spolverizzateli poi con caciocavallo grattugiato.

Distribuite in parti uguali, su due dei dischi di pasta, il composto di verdure, cipolla ed olive. Ponetevi sopra dei pezzetti di salsiccia, privata del budello, spolverizzate nuovamente con caciocavallo grattugiato e condite con un filo d’olio evo.

DSCN0118

 

 

 

 

 

 

 

 

Sugli altri due dischi distribuite invece le patate, il cavolfiore e la carne tritata. Spolverizzate con caciocavallo grattugiato e condite con un filo d’olio evo.

DSCN0117

 

 

 

 

 

 

 

 

Arrotolate poi le impanate aiutandovi con la carta forno e piegando la pasta prima da un lato poi dall’altro. Chiudete bene le estremità.

DSCN0119

 

 

 

 

 

 

 

 

Trasferite le vostre impanate siciliane su delle teglie insieme alla carta forno ed infornatele a 180° per circa 40 minuti finché non saranno ben dorate. Lasciate intiepidire e servitele tagliate in pezzi.

DSCN0120

Print Friendly, PDF & Email
Precedente Parmigiana di melanzane Successivo Biscotti al miele e cannella