Pancotto salentino

Il Pancotto salentino è un piatto povero della tradizione contadina pugliese. Naturalmente come in tutte le ricette povere ci sono varianti nella preparazione, che differiscono di casa in casa, con l’aggiunta di un’ingrediente piuttosto che di un altro.

Ricetta semplicissima, economica, sana e deliziosa, si basa su due concetti fondamentali della cucina: uno è il riciclo, in cucina non si butta via niente e l’altro è la fantasia che quando sia ha poco, per forza di cose deve venir fuori.

Dentro questo piatto però, non ci sono soltanto il pane e gli altri ingredienti. C’è la storia dei nostri nonni, che ritenevano pagnotte e filoni un cibo sacro e mai li avrebbero sprecati. C’è quella della cultura contadina, quando il pane veniva impastato e infornato ogni due settimane, diventando inevitabilmente duro, e bisognava aguzzare l’ingegno per renderlo di nuovo appetibile.

 

 

Seguimi anche su FACEBOOK pancotto salentino

Pancotto salentino

 

Ingredienti per 4 persone

500 g di cime di rapa già pulite

Pane raffermo q.b.

Olio extravergine d’oliva

1 spicchio di aglio

Un barattolo di fagioli cannellini precotti

Acqua di cottura della cime di rapa

Peperoncino (facoltativo)

Sale

Stracciatella o burrata

 

pancotto salentino

Pancotto salentino

Procedimento

La preparazione del pancotto salentino è come vedrete un’operazione tanto semplice quanto veloce.

Come prima cosa pulite le cime di rapa, prelevando il fiore e le foglie più tenere, lavatele e sbollentatele per 5 minuti in acqua bollente e salata.

Intanto tagliate il pane a tocchetti e rosolatelo in padella con abbondante olio e lo spicchio di aglio.

Aggiungete i fagioli sgocciolati e fateli insaporire per bene.

Scolate le cime di rapa tenendo un po’ di acqua di cottura. Aggiungete l’acqua al pane e unite anche le cime di rapa.

Salate e se lo amate completate con un po’ di peperoncino fresco tritato.

Servite il vostro gustosissimo pancotto salentino con un filo di olio a crudo e la stracciatella o burrata che sia.

 
Precedente Pasta al forno con ragù bianco e funghi Successivo Ricetta base delle crespelle o crepes