Sugo all’arrabbiata di Alberto

Alberto è il marito di Monica, la mia amica. E’ un ottimo cultore della cucina e ama cucinare per se e per la sua famiglia; il Sugo all’arrabbiata di Alberto è una delle sue preparazioni che, oltre ad essere buonissimo come sugo, è anche velocissimo da realizzare. Il contenuto in grassi di questa preparazione però è talmente alto da proporlo in tavola solo per qualche occasione, quando si vuole fare bella figura con un piatto semplice, perché molto saporito ma contemporaneamente delicato. Con questo dosaggio io ne ricavo 4 contenitori da 300 ge cadauno che poi surgelo, pronti per l’uso/occasione successivo!

rifatta

Ingredienti:

  • 1 kg di pancetta affumicata (io prendo quella a cubetti)
  • olio evo
  • 5 spicchi d’aglio
  • 3 peperoncini secchi (grossini o 5 sottili)
  • 1/2 bicchiere di vino bianco secco
  • olio di semi
  • 300 gr di passata di pomodoro

Procedimento: pancetta affumicata macinataMacinare la pancetta (con il tritacarne a trafila mi piace di più perché la carne non viene snervata) e tenerla da parte

rosolare la pancetta affumicata macinata in 3 cucchiai d'olio

scaldare 3 cucchiai di olio evo in un tegame capiente e rosolarvi la pancetta

aggiungere mezzo bicchiere di vino bianco e lasciar evaporare

sfumare con il vino lasciandolo evaporare per bene, spegnere e tenere da parte

mettere l'aglio tritato in un dito d'olio di semi sul fuoco in una pentola capiente

in una casseruola alta (io uso quella dell’AMC) scaldare l’olio di semi schiacciandoci dentro gli spicchi d’aglio (con l’apposito schiaccia aglio o tritandolo finemente)

scolare la pancetta dal brodo e tenerla da parte

nel frattempo scolare la pancetta dall’olio che ha prodotto durante la rosolatura

aggiungere la pancetta rosolata e sfumata nell'olio con l'aglio e lasciare insaporire 10 minuti

 

versare nella casseruola con l’olio caldo la pancetta rosolata e scolata; mescolare e lasciar insaporire per 10 minuti

aggiungere circa 300 ml di passata di pomodoro

aggiungere la passata di pomodoro e i peperoncini sbriciolati, mescolare e cuocere altri 15-20 minuti a fuoco dolce.

300 gr

Conservazione: si conserva qualche giorno in frigorifero in contenitori con coperchio; può essere congelato: io ne metto 300 gr in contenitori di plastica monoporzione.

ragù sulla pasta

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Precedente Roselline di sfoglia e mele Successivo Biscotti di frolla alle mandorle

Grazie per essere passato a trovarmi. Siediti pure...faccio volentieri due chiacchiere

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.