Conservare la salvia

Conservare la salvia, che ha parecchie proprietà benefiche (vedi l‘articolo), così come tutte le erbe aromatiche, è un must per chi ha un micro orto (come il mio) in cui coltiva aromi ed odori vari. Quest’anno però, purtroppo, mi sono morte entrambe le piantine di salvia che avevo; quindi quando ho fatto i ravioli alla ricotta, e mi servivano giusto 3 foglie di salvia, ero sul disperato andante. Ho spedito mio marito in ricognizione e ho ricevuto un mezzo cespuglio di salvia da mia suocera…la solita esagerata! Me ne bastavano 3 foglie…

salvia

Ingredienti:

  • 80 gr di salvia
  • 100 gr di mandorle
  • 1 spicchio d’aglio
  • olio evo
  • sale fino

Procedimento:

  1. Lavare le foglie di salvia una per una, delicatamente e metterle su un asciughino ad asciugare
  2. Col Bimby: mettere nel boccale del bimby salvia, aglio e mandorle e macinare 10 sec a vel 10
  3. Senza Bimby è sufficiente tritare finemente tutto insieme (con un coltello, la mezzaluna, un tritatutto elettrico, ecc)

Conservazione sott’olio:

salvia sott'olio

Mettere il trito ottenuto in un vasetto riempiendolo per 3/4 quindi riempire di olio evo, mescolando con un cucchiaino affinché l’olio arrivi fino in fondo. Conservare in luogo buio e asciutto per 1 mese.

Conservazione a secco:

trito di salvia e mandorle

Stendere il trito su un asciughino in uno strato sottile e cospargerlo di sale fino. Lasciare all’aria 2-3 giorni prima di invasarlo.

 

 

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Precedente Peperoni ripieni al microonde Successivo Millefoglie con crema/Chantilly e nutella

Grazie per essere passato a trovarmi. Siediti pure...faccio volentieri due chiacchiere

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.