Come un incanto

Come un incanto potrebbe sembrare il titolo di un film della Disney, invece questa è una piccola storia di boschi e lucciole. Domenica 7 giugno 2014 alle ore 21,30 con Monica, anzi, grazie a Monica, ho partecipato ad una passeggiata insolita in un boschetto che fiancheggia il Po a Porporana (Ferrara): la Serata delle lucciole; viene organizzata ogni anno da AREA (Associazione per il Recupero Essenze Autoctone) attraverso un percorso all’interno del bosco, per vedere le lucciole e sensibilizzarelucciole le persone al rispetto della natura. Hanno aderito tantissime persone con cui abbiamo aspettato l’imbrunire poi con delle guide, ci siamo addentrati, a gruppetti, nel bosco, illuminati solo dalla luce della luna, in silenzioso rispetto dei rumori della natura attorno a noi. I profumi del bosco, un misto di muschio, resina ed erba tagliata, la luce della luna che a tratti filtrava tra i rami o invadeva con impeto le piccole radure, la leggera brezza che muoveva le foglie degli alberi, il dolce e magico suono di un flauto traverso, accompagnato da una chitarra acustica e avvolti da migliaia di lucciole che illuminavano l’oscurità di sottofondo come un cielo stellato…hanno reso una passeggiata della durata di una mezz’ora un momento magico e indimenticabile. E come un incanto io mi sono ritrovata bambina. Potrebbe un dolce avere un nome più romantico?

cupola colomba1

Ingredienti:

  • 1 colomba (o pandoro, panettone, pandispagna)
  • 500 ml di panna vegetale zuccherata
  • 1 vasetto da 650 gr nutella (ne avanza, ovviamente)
  • bagna al rum e vaniglia (fatta con 250 gr di zucchero, 250 gr di acqua, 1 baccello di vaniglia e 1 bicchierino di rum)
  • 1 conf. di latte condensato

Procedimento:

foderare lo stampo chiusura dello zuccotto zuccotto ricoperto di nutella

cupola colomba3

  1. Tagliare la colomba a fettine sottili 1 cm e foderare uno stampo a cupola rivestito di pellicola trasparente; pareggiare i bordi ritagliando l’eventuale parte di colomba eccedente
  2. preparare la crema di latte montando la panna (circa 250 gr) ed unire pari quantità di latte condensato, continuando a montare per ottenere una crema morbida ma soda. Aggiungere qualche cucchiaio di nutella (a piacimento) e mescolare. Mettere in frigo a riposare
  3. bagnare la cupola con bagna alla vaniglia e rum (mettere sul fuoco un pentolino con l’acqua, lo zucchero e la vaniglia (io utilizzo le bucce svuotate, che non butto, della vaniglia) e portare a bollore; lasciar bollire 5 minuti e spegnere. Quando lo sciroppo è freddo, togliere la buccia di vaniglia aggiungere il rum)
  4. Spalmare un velo sottile di nutella fino a ricoprire tutto l’interno della cupola quindi versarvi un po’ di crema alla nutella, ripresa dal frigo, fino a riempire un po’ meno di metà stampo
  5. livellare e ricoprire con uno strato sottile di colomba bagnato con bagna al rum e vaniglia, spalmare con nutella e versare altra crema di nutella tenendo uno spazio per un altro strato di colomba a fettine di 1 cm bagnate con la bagna al rum e vaniglia. Abbiamo così ottenuto il fondo dello zuccotto.
  6. coprire con pellicola trasparente e mettere in frigo (la mia ha riposato in frigo 3 giorni) a compattare
  7. Riprendere lo stampo, togliere la pellicola e rovesciare lo zuccotto su un piatto da portata
  8. ricoprire lo zuccotto con un velo sottile di nutella
  9. riprendere la panna rimasta e montarla, quindi aggiungere pari quantità di latte condensato ottenendo una crema di latte soda da mettere nella sac a poche con beccuccio a stella
  10. decorare lo zuccotto con la crema e spolverizzare di cacao

cupola colomba2

Consigli e variabili: 1) la crema di latte può essere rimodulata in base al gusto aumentando la panna o il latte condensato; eventualmente si può utilizzare panna non zuccherata per rendere la crema meno stucchevole. 2) Non tirare fuori dal frigo lo zuccotto troppo presto, prima di servirlo; sono sufficienti 10 minuti, soprattutto in estate a meno che non lo si metta in freezer: c’è il rischio che la nutella si afflosci. 3) per favorire il momento della spalmatura della nutella, a meno che non ci troviamo in una temperatura calda, la si può liquefare mettendo il vasetto pochi minuti a bagno maria.

cupola colomba

fette di cupola

 

Con questo post partecipo al Giveaway di Dolci per passione…salati per amore

giveaway

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Precedente Pane integrale alle mandorle Successivo Recupero di un ricordo (no food)

Grazie per essere passato a trovarmi. Siediti pure...faccio volentieri due chiacchiere

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.