Crema di zucchine semplicissima

Crema di zucchine semplicissima, una crema nata per sbaglio nei miei fornelli, ma una ricetta poi segnata e replicata a distanza di 20 giorni per ben 3 volte. Ho dunque deciso di segnarmela qui! Volevo fare una cosa ma poi mi sono accorta di non avere gli ingredienti e dunque ho improvvisato… avevo delle zucchine, che le mie figlie non mangiano mai e così ho iniziato mettendo gli odori in padella…
Ingredienti
  • 1/2 cipolla rossa
  • 1-2 gambi di sedano
  • 1 carota
  • rosmarino e/o alloro (opzionale)
  • 4-5 zucchine
  • olio
  • sale
Procedimento
Fare un bel soffritto tagliando gli odori: mezza cipolla, uno o due gambi di sedano e pure un ciuffetto di foglie fresche, sempre di sedano, e una carota, non troppo grossa. Mettere in una pentola con olio, io ne uso poco ed in caso poi metto un pò di acqua, per rendere il tutto un pò più leggero.
Mettere,  per aumentare il profumo, un rametto di rosmarino e/o una foglia di alloro, se piace. Se non avete nessuna erba aromatica non importa, ma nulla da più profumo alle pietanze di un aroma fresco e dunque io giro sotto casa e ne porto sempre su uno o due per profumare i miei piatti.
Far insaporire molto bene, come quando si fa un ragù, ovvero coperto e fino a che non si appassisce tutto, di modo che tutto prenda sapore. Poi aggiungere le zucchine tagliate a tocchetti e far andare un pò. Infine aggiungere acqua fino a coprire le zucchine, due dita sopra. Salare e coprire con il coperchio cuocere per 1 ora e mezza, a fuoco basso e coperto. Frullare tutto con il minipimer. Io alle mie figlie lo passo pure sul colino a maglie strette, ma vedrete che non c’è necessità, da quanto viene delicato.
Beh mia figlia che mai in vita sua ha mangiato zucchine ne ha mangiati 2 piatti=ho vinto!
La Dieta!
Non facendo soffriggere gli odori nell’olio, ma con pochissimo olio e acqua o addirittura mettendo solo acqua e olio poi a crudo per la quantità concessa il risultato è comunque buonissimo, denso, delicato e perfetto per qualsiasi dieta.
 
   Invia l'articolo in formato PDF   
Precedente Tiramisù light con total fage Successivo Vellutata di cavolfiore viola