Petto di pollo fritto

petto di pollo fritto

Il petto di pollo fritto per stare leggeri??? Ma che dice questa? In realtà no, questo lo ha voluto cucinare mia figlia, che si sta appassionando alla cucina. Con una sua amica e l’altra mia bimba ci hanno voluto cucinare loro e devo dire ci hanno fatto una cenettina eccellente.
Come inizio è stato perfetto! A breve gradirei pure la replica… ma questo esula dalla ricetta che ha poi fatto a casa: petto di pollo fritto. Ovviamente io ho fritto e tagliato il petto di pollo, ma il resto tutto lei. Grandissima!

Ingredienti

  • 2 petti di pollo (li abbiamo mangiati in 4 e senza primo piatto)
  • pane grattato o grissini o taralli avanzati
  • 1 uovo
  • sale
  • olio di arachidi per friggere

Procedimento

Dico la verità non sono molto attrezzata con utensili dedicati al fritto, perchè lo faccio veramente poco… tanto le mie figlie lo mangiano dalle nonne e… va beh inutile sottolinearlo, ma non è prettamente dietetico!!! Però è buonissimo e ogni tanto va assolutamente mangiato… per allietare lo spirito.
Una cosa che ho capito infatti, con tutte le mie diete alternate a feste è che tutto può essere mangiato senza esagerare.
Ad ogni modo… al di là di friggitrici che non ho… ecco i segreti che mi hanno sempre detto essere i must per un buon fritto:

  • scelta dell’olio, quello di archidi è perfetto, perchè ha un alto punto di fumo
  • la fiamma, che deve rimanere sempre uguale, medio-alta
  • la temperatura dell’olio, una volta raggiunta va mantenuta
  • la necessità di scolare il cibo fritto dopo la cottura per asciugarlo bene e farlo mantenere croccante

Ecco come ha fatto mia figlia di 9 anni:
Ha tritato con il trita tutto dei grissini salati e li ha messi in un piatto concavo, ma va benissimo del pan grattato Ha sbattuto un uovo e ci ha aggiunto del sale
Io le ho tagliato il petto di pollo a pezzettini e lei li ha messo uno a uno nell’uovo, facendoli aderire tutti e bene.

La quuantità dell’olio dovrebbe essere tale che il cibo ci galleggi, tanto è che ad una nota scuola di cucina mi hanno insegnato proprio a farlo in un pentolino di 21 cm pieno di olio, in modo da ricreare la friggitrice, ma io uso la padella larga per ottimizzare i tempi e ho messo in questo caso almeno 2 dita di olio, di modo che i nostri pezzettini di pollo galleggino comunque.
Acceso l’olio e raggiunta la temperatura (il test si fa mettendo un pezzettino e si vede che il pezzetto di pollo sfrigola, ovvero fa le bollicine)  abbiamo iniziato a friggere.
Mia figlia prendeva i pezzettini di pollo da dentro l’uovo li passava bene nel pane grattato, li scrollava, onde evitare residui che sporcano l’olio e inutili per il nostro fritto e io inserivo in padella.
Se l’olio non è abbondante i pezettini di pollo vanno girati e il quando lo si vede dal colore.
Per mantenere l’olio a temperatura basta mantenere lo stesso quantitativo di pollo dentro la padella, senza variare la fiamma. Tanti pezzi di pollo metto a scolare in un foglio di carta assorbente, messa in un piatto, tanti pezzi di pollo, da cuocere, rimetto in padella.

Una volta scolato l’olio salare il pollo cotto.
Ovviamente la presentazione in tavola ci vuole. Fatta sempre dalla mia bimba….  adagiati su un letto di rucola.

La Dieta?
Se siete a dieta riservatevi un pò di pollo e mangiatevelo alla griglia.

petto di pollo fritto

www.pdf24.org    Invia l'articolo in formato PDF   
Precedente Insalata di patate piccante Successivo Carpaccio di salmone