Dieta Miami 3 kg in 3 giorni

IMG_5295

La Dieta Miami si… 3 kg in 3 giorni!? Wow… si sa, sono fissata con le diete all’ultimo grido e estreme e questa… sembra la novità del momento… La Dieta Miami’, una dieta per soli 3 giorni che dice di far perdere fino a 3 kg. “Provareeee… subitooooo…” mi sono detta, specialmente tenuto conto che dopo Pasqua ne ho ripresi 2. Alcuni la chiamano pure dieta del miracolo in 48 hh… gli americani sono tremendiiiiiiiiiiii…. ottimi pubblicitari e  estremisti direi.
Ok io la metto, ma l’ho iniziata oggi, di lì il pomodoro in foto, per cui non so se funziona o no… di solito prima le faccio e poi posto la mia esperienza, ma per 3 giorni possiamo farla insieme no?
Non sono un medico, ribadisco e credo che queste diete estreme vadano seguite solo per i giorni indicati e solo da persone che stanno bene, previa accertamento medico.
Io sto bene e dopo una dieta del genere, di solito passo ad una sana dieta mediterranea, per non riprendere il peso perso.
In ogni caso rimango della mia idea: 3 giorni, SOLO 3 giorni, di privazioni, soprattutto dopo giorni di bagordi alimentari, non possono far male, no? A me non lo hanno mai fatto e se non riesco a portarla a termine, come spesso mi accade, avrò mangiato meno per 1-2 giorni. Cosa questa, che dopo Pasqua non fa male comunque se vi siete mangiati l’impossibile, come me.

Vi riporto pure alcune cose che scrivono in merito a questa dieta nel web:
Il dottor Arthur Agatston, importante cardiologo statunitense, ha studiato la dieta Miami puntando ad un preciso risultato: la disintossicazione del sistema digestivo e la riattivazione del metabolismo, in modo tale da riuscire a bruciare quegli odiosi cuscinetti di grasso.

Naturalmente la dieta Miami, affinché possa dare i risultati previsti, va seguita al dettaglio senza invertire i pasti o esagerare nelle quantità.
Al bando, poi, vanno messi olio, grassi vari e burro, a meno che non sia di arachidi che può essere spalmato sul pane tostato a colazione.
Anche lo zucchero è ovviamente da eliminare o sostituire con un dolcificante non calorico.
Per quanto riguarda gli altri condimenti previsti nella dieta Miami sono previsti mezzo cucchiaino di sale al giorno e l’uso di spezie ed erbe aromatiche.
È essenziale, infine, bere almeno 2 litri di acqua al giorno per aiutare l’eliminazione delle tossine dall’organismo.

Insomma… 3 giorni di fame 😉
Come altre diete è basata su regime proteico e povero di carboidrati. Ecco cosa mangiare:

Primo giorno

Colazione: 1/2 pomodoro, 1 fetta di pane tostato, 2 cucchiai di margarina, 1 caffè
Pranzo: 120 gr di tonno senza olio, 1 fetta di pane tostato, 1 caffè
Cena: 100 gr di carne bianca, 240 gr di fagiolini, 120 gr di barbabietole rosse e 100 gr di gelato alla frutta

Secondo giorno

Colazione: 1 uovo sodo, 1/2 banana, 1 fetta di pane tostato, 1 caffè
Pranzo: 200 gr di Jocca, 5 crackers integrali
Cena: 2 wurstel, 240 gr di broccoli, 120 gr di carote, 100 gr di gelato alla vaniglia

Terzo giorno

Colazione: 1 mela, 5 crackers integrali, 1 pezzo di gruvier, 1 caffè
Pranzo: 1 uovo sodo e 5 crackers
Cena: 2 kiwi, 120gr di tonno, 240gr di barbabietole, 120gr di cavolfiore, 100gr di gelato alla vaniglia.

E’ che poi seguirla alla lettera per me so già non sarà possibile… la barbabietola a me fa schifo, per cui raddoppierò la dose dell’altra verdura. Vediamo.

IMG_5294

   Invia l'articolo in formato PDF   
Precedente Pane integrale fatto in casa facile Successivo Tartufini ai formaggi