Crostini polenta e tartufo

image

 

Dei deliziosi, sublimi, eccezionali, goduriosissimi crostini con polenta grigliata e tartufo. La polenta è un piatto che piace molto ai miei nonni, i nonni con cui sono cresciuta e a cui ho dedicato il mio libro, loro la facevano sempre insieme… è uno di quei pochi piatti che hanno sempre fatto avvicinare pure mio nonno ai fornelli. Oggi essendo novantenni, nonno 91 anni e nonna 90, anche se in perfetta forma… per ovvi motivi la polenta la fa mia mamma. Come ho scritto nel libro il quantitativo è sempre stato tale che la polenta una volta fatta in casa mia la mangi per giorni e giorni… prima con il ragù, poi ripassata in padella in vari modi o fritta e infine in forno tipo lasagna, con besciamella e tutto il resto. Ogni versione è deliziosa ed io nel libro ho riportato tutte quelle tradizionali di casa mia, dette sopra, ma qui vi dico come l’ho fatta l’altra sera, quando la mia mamma gentilmente me ne ha portato un bel quantitativo di avanzo e… visto che avevo anche un bel tartufo fresco…

IngredientI

  • polenta avanzata
  • pecorino di Pienza non troppo fresco
  • tartufo fresco

Procedimento

Tagliare la polenta nella forma del crostino, alta 5-10 mm a piacimento, e grigliarla. Io ho usato la padella per la  griglia, l’ho scaldata molto bene e ho lasciato che la polentasi staccasse un pò in autonomia dal fondo prima di girarla e cuocerla dall’altra parte. In questo modo le righine nere di bruciato vengono precise.  Una volta cotta da entrambi i lati ho rigirato il pezzo e messo sopra dei pezzetti di pecorino. Lasciando sullla griglia dopo poco si scioglie e ho servito mettendo sopra delle scaglie di tartufo fresco. Nella foto ho messo pure dei crostini di polenta con il ragù, alcuni con il solo tartufo e uno vuoto. Intorno olio e pepe. Tra questa versione, la versione con il ragù e la versione fritta i miei commensali, figlie e marito, mi hanno fatto una ovazione… peccato che il merito non è stato mio! GRAZIE MAMMAAAAA

La Dieta?

Anche questo in Cristhmas time!!

image

   Invia l'articolo in formato PDF   
Precedente Torta salata radicchio rosso e patate Successivo Torta salata porri e patate