Pollo in fricassea

image
Il Pollo in fricassea è una ricetta tipica Toscana. La mia nonna non l’ha mai fatto e infatti nel libro che ho scritto con le sue ricette non c’è, ma c’è quella del coniglio in fricassea, la ricetta di mia suocera, la Renitina, che viene dalla Arezzo ‘bene’, e per lei quella ricetta lì è storica e facente parte della sua tradizione familiare. Questa del Pollo l’ho trovata tra i mille libri di ricette della tradizione culinaria Toscana, tema che mi appassiona molto, e devo dire che non mi aspettavo fosse così eccezionale, la consiglierei veramente per qualsiasi occasione conviviale, anche per queste festività, vi farà fare di sicuro un gran figurane, perchè il pollo si sa piace a tutti, ma in questa veste assume un sapore particolare, elegante e delicato… insomma da provare. Io ovviamente ho fatto solo le cosce di pollo perchè in casa mia siamo monotematici e dunque onde evitare di dover far mangiare tutto a mio marito… ho testato la ricetta con i soli cosci, ma in realtà sarebbe per il pollo intero.
Ingredienti
  • 1 pollo di circa 1-1,2 kg tagliato a pezzi e pronto per la cotturaimage
  • 1 carota
  • 2 tuorli
  • 1 cipolla piccola
  • 1 costa di sedano
  • 1 ciuffo di prezzemolo
  • 1/2 litro di brodo di carne
  • 1/2 limone biologico
  • 1 cucchiaio di farina
  • 4 cucchiai di olio
  • sale
  • pepe
Procedimento 

Mettere nel tegame su cui cuocerete il pollo, che può essere basso, ma largo di modo che ci entrino tutti i pezzetti di pollo, olio e farina e far andare di modo che si sciolgano i grumi e si formi tipo la base che fate con burro e farina, quando fate la besciamella. Deve essere uniforme e sfrigolare con delle bollicine.
Aggiungere il brodo e girare di modo che non si formino grumi.
Far andare per 5-7 minuti e poi aggiungere le verdure tagliate a pezzettini.
Cuocere altri 8-10 minuti e poi aggiungere i pezzi di pollo. Salare e pepare il pollo e lasciar cuocere coperto prima e poi scoperto, girando di tanto in tanto, per circa 1 ora. Mettere i pezzi di pollo nel piatto da portata, una volta cotti.
Sbattere in una ciotola il succo di limone con l’uovo e aggiungere al fondo di cottura.
Poi avete 2 possibilità ovvero: fare come si faceva nella Arezzo bene dove le verdure venivano rimosse o sennò frullate e passate di modo che il tutto risulti una crema in bocca, o come me che ho lasciato tutto ‘rustico’ a pezzetti. Amalgamare a fuoco spento e versare sopra il pollo.
Pane fresco e Toscano mi raccomando, perchè di sughino qui ne avrete tanto per la scarpetta
La Dieta?
Christmas Time…. anche se è una ricetta che si presta a chi sta a dieta…senza intingolare troppo!
image
   Invia l'articolo in formato PDF   
Precedente Tagliolini al Brandy Successivo Torta salata radicchio rosso e patate