Salmone in antipasto

Salmone in antipasto
In scena oggi voglio mettere… salmone in antipasto. Beh il salmone affumicato è un alimento che io adoro, forse per quello mi piace così tanto Londra e la colazione Inglese? Lì ne mangio ogni mattina il quantitativo che in Italia mangio in un intero anno. Non so perchè non lo compro spesso… potrei certo, del resto la spesa la faccio io… forse perchè mi da idea di festività e allora lo riservo a occasioni particolari e basta!? Bo. Non mi ero mai posta il dilemma, ma anche ponendomelo… non so. Mi sono divertita ad accostare al salmone più sapori, io racconto qui le 3 versioni fatte poi la fantasia personale potrà aiutarvi più di me.
Salmone in antipasto
Ingredienti
  • Cornetti al salmone: pasta brisèe, salmone affumicato, philadelphia
  • Tartine verdi: pane da tramezzino, spinaci lessi, sale, olio, pepe, uova, salmone affumicato
  • Tartine classiche:  pane da tramezzino, maionese o burro o philadelphia o ricotta, salmone, erba cipollina o limone
ProcedimentoSalmone in antipasto
1.Cornetti al salmone: stendere la pasta brisèe tonda e tagliarla a spicchi con la rotellina taglia pizza. Io ne ho fatti 16, perchè volevo la forma piccolissima. Arrotolare dando la forma del cornetto, ovvero incurvando un pò la pasta una volta arrotolata e disporli su carta da forno. Sbattere un uovo e spennellare il sopra dei cornetti, di modo che i semi di sesamo, messi in abbondanza, aderiscano bene. Infornarli, in forno preriscaldato a 200°, a 180° per 20-25 minuti. Farli freddare, tagliarli a metà e riempirli con uno strato di philadelphia e uno di salmone affumicato.
2.Tartine verdi: quando in casa fai gli spinaci lessi poi, nonna docet, tu li strizzi e li metti nel piatto a forma di palle. Dunque prendere una palla di spinaci strizzati, tagliarli bene e metterli in una ciotola dove si è sbattuto 1 uovo con sale, pepe e un goccio di latte. Cuocere in un padellino, dove si è fatto scaldare dell’olio, la frittata di spinaci e formare il tramezzino spalmando la ricotta nel pane da tramezzino, mettendo una fettina di frittata sopra, tagliata nella forma del tramezzino e ultimare con un rotolino di salmone affumicato.
Prima variante: potete passare in forno a 180° per 10-15 minuti il pane da tramezzino, già tagliato della forma voluta e condito con olio, sale e pepe. Otterrete in questo caso un tramezzino più saporito.Salmone in antipasto
Seconda variante: potrete fare una grossa frittata di spinaci, rettangolare, farla freddare e poi fare sopra uno strato di ricotta e uno di salmone. Arrotolarla e chiuderla nella carta argentata, riporla in frigo e dopo un paio di ore almeno tagliarla a rotelline… se vi piacciono le rotelline.

3.Tartine classiche: comporre il tramezzino spalmando sopra, maionese (piace a me) o burro (piace a mio marito) o philadelphia (nuova versione più morbida al sapore) o ricotta (versione più leggera), salmone e infine erba cipollina… anche se il classico esige una fettina di limone.
La Dieta?
Party time.
Salmone in antipasto
   Invia l'articolo in formato PDF   
Precedente Petto di pollo leggero con cipolle Successivo Cornetti alla nutella veloci