Ravioli con ripieno di pollo al profumo di porcino

Sono stata invitata nella nostra fantastica e gloriosa TV della mia amatissima città. Non c’è Aretino DOC che non la segua e quindi per me è un estremo piacere essere invitata lì… anche se devo ammettere che un pò di effetto strano me lo fa! Ad ogni modo, per adesso tanto è il piacere che l’occasione ha richiesto l’invenzione di una ricetta ad oc. Ecco la puntata di Bengodi in anteprima per VOI e la delizia che ne è venuta fuori.
Ravioli-con-ripieno-di-pollo-al-profumo-di-porcini-1024x768
Ingredienti
  • 250 gr di petto di pollo
  • 20 gr di porcini
  • 40 gr di pancetta
  • 1/4 di cipolla rossa media
  • 1 foglia di alloro
  • 3-4 cucchiai di provola affumicata o parmigiano
  • 1 uovo
  • noce moscata
  • olio e sale
  • pasta fatta in casa: 3 uova, 500 gr di farina, un goccio di olio e un pizzico di sale
  • vellutata di porcini: 20 gr di porcini, 25 gr di burro, 240 gr di brodo, sale
Procedimento
Prima di tutto è necessario preparare la pasta fatta in casa il cui passo passo lo metterò in seguito. Una volta fatta e messa a riposare, ricoperta di olio o di carta trasparente per 20-30 minuti, preparare il ripieno mettendo in una padella insieme olio, cipolla, foglia di alloro, funghi e pancetta. Far insaporire per 4-5 minuti,  unire il petto di pollo tagliato a pezzettini. Alzare la fiamma e farlo sigillare un pò poi abbassare la fiamma, rimuovere l’alloro, coprire con un coperchio e lasciare cuocere per 20-30 minuti in tutto, a seconda di quanto avete tagliato  grande il petto di pollo. Passare al trita tutto e unire in una ciotola uovo, parmigiano o provola o altro formaggio e amalgamare bene a formare un bell’impasto  asciutto, che sarà il nostro ripieno dei ravioli. Riprendere la pasta fatta in casa e iniziare a stenderla. Formare le palline e metterle sulla sfoglia stesa e tagliare i ravioli. Farli asciugare sopra la spianatoia, dove avrete messo un bello strato di farina. Io poi per problemi temporali e avendo dovuto farli in anticipo li ho surgelati: ovvero, una volta asciugati nella spianatoia, li ho messi stesi su una pirofila, sopra la farina di grano e sigillati bene. Una volta decisi a cuocerli è necessario preparare il condimento. Io, per ricordare l’interno, li ho accompagnati con una pseudo-vellutata di porcini (lo pseudo è dovuto al fatto che le vellutate mi hanno sempre insegnato non devono avere pezzetti, ma devono essere cremose, mentre io qui ho lasciato i pezzetti di porcino…perchè semplicemente lo adoro e mi piace sentirlo!). Ecco come fare: prendere un pentolino e metterci burro e porcini tagliati a pezzettini. Lasciarli cuocere per 4-5 minuti poi aggiungere la farina e una volta accorpata al fondo aggiungere il brodo. Portare a bollore alla stregua di una besciamella girando con una frustina. Le proporzioni rispetto ad una vellutata sono tali da fare venire la vellutata un pò più densa, visto che deve accompagnare una pasta. Una volta scolati i ravioli li ho serviti con sopra la vellutata di porcini e una spolverata del formaggio con cui è stato fatto il ripieno.
Ravioli fatti in casa
La Dieta?
Sono periodi estremamente goderecci questi… la natura offre troppe cose buone! Il primo sopra è molto delicato, ma se a dieta io lo mangerei solo previa calcolo delle calorie.
   Invia l'articolo in formato PDF   
Precedente Crema di zucca e ceci Successivo Conchiglioni con ripieno di pollo