Crostini neri toscani

crostini neri toscani

Questi i miei crostini neritoscani… non sono famosi come quelli della mì nonna, ma per me sono deliziosi. Perchè questa convinzione? Sono diversi in realtà: la mia è la versione con i soli fegatini… a me piacciono parecchio pure così… quelli fegatinosi per capirsi! Quelli più tradizionali sono nel libro che ho scritto ‘Come cucina bene la mì nonna’. Nella ricetta del libro c’è la finezza, tipica di mia nonna, di arricchire il piatto al fine ultimo di sfamare molta gente e di insaporire molto tutto. Lei i ‘crostini neri’ li culla proprio… soprattutto quando li fa al fuoco o sopra la stufa.

Ingredienti

  • 350 gr di fegatini di pollo
  • 1/2 cipolla rossa
  • 1/2 gambino di sedano
  • 6 foglie di prezzemolo o di timo
  • 1/2 bicchierino di marsala secco
  • 10 capperi
  • 1 grattatina di limone
  • olio
  • brodo
  • sale (non dovrebbe servire)
  • pane toscano o a piacimento

Procedimento

Mettere in un tegame gli odori tagliati a dadini con abbondante olio. Far appassire a fuoco medio-basso per 20-30 minuti almeno. Unire la carne e alzare la fiamma. Far rosolare e aggiungere il marsala secco. Far sfumare un po’, abbassare la fiamma, aggiungere un po’ di brodo e cuocere coperto per circa 2 ore, assicurandosi che non atttacchi ed eventualmente allungando con un po’ di brodo. Tritare i capperi e il limone e aggiungerli nel tegame. Tritare tutto (io li ho frullati, ma la mia nonna li batte nel batticarne con la mannaia, l’accetta… boh insomma una ascia pericolosa!). Rimettere al fuoco per 5-10 minuti, regolando di sale se necessario e allungando con un po’ di brodo, se troppo asciutti. Servire su fette di pane abrustolito, bagnato con il brodo dalla parte dove viene spalmato il crostino.

La Dieta?

Non so voi ma quando ci sono cose così in tavola… io non resisto. Se faccio la dieta non li metto!

crostini neri toscani

   Invia l'articolo in formato PDF   
Precedente Come cucina bene la mì nonna Successivo Pappardelle porcini e tartufo