Rosette con patate e porcini nella "fonduta"

Le rosette con patate e porcini nella “fonduta” sono il primo fatto da me come contributo al pranzo di Natale. Non lo avevo mai fatto prima ed è stato il risultato di due diversi primi sperimentati con le crespelle anzichè con la pasta fresca. Con quest’ultima il risultato è stato sicuramente più leggero.

Ingredienti

  • 1 kg e mezzo di patate
  • 2 belle salsicce
  • 1 cipolla media
  • 1 speccia di aglio
  • 50 gr di porcini secchi
  • un goccio di vino bianco
  • pasta fresca tagliata a rettangoli
  • 250 gr di panna fresca
  • latte, se serve
  • 200 gr di fontina
  • 100-200 gr di emmental
  • parmigiano
  • burro, olio, sale, pepe e noce moscata

Procedimento
Sbucciare le patate e metterle in acqua bollente e un pò salata a cuocere per 40 minuti o più a seconda della grandezza. Mettere la fontina tagliata in ammollo nella panna. In una padella antiaderente mettere una noce di burro e le cipolle tagliate a pezzettini. Far appassire bene (così sister non le senti… quelle dell’insalata erano crude!). Per evitare che si sentisse ho poi frullato la cipolla. Unire poi un goccio di olio, l’aglio tritato fine e i funghi, fatti rinvenire in acqua fredda per 20 minuti e poi tagliati fini. Aggiungere la salsiccia tagliata a pezzettini, far cuocere e amalgamare bene il tutto. Unire alla fine le patate schiacciate e formare un bello impasto, regolando di sale, pepe e noce moscata. Stendere la pasta fresca tagliata a rettangoloni sbollentata

(o per necessità/velocità gli sfogliavelo di…)  nel tavolo e stenderci il composto di patate, una spolverata di emmental e una minore di parmigiano. Arrotolate e tagliare il rettangolo di pasta formando le rosette e metterle in piedi su una pirofila da forno. Procedere così al riempimento della pirofila: mi sono venute circa 24 rosette belle grosse e considerando che c’era un altro primo la stima era di una rosetta a testa più 1/3 di bis! Cospargerle di parmigiano e pezzetti di burro e gratinarle in forno a 170° per 15-20 minuti. Fare nel frattempo in un tegamino la “fonduta” mettendo la panna e la fontina, che erano già insieme, nel fuoco. Aggiungere un pezzetto di emmental e un goccio di vino bianco e far sciogliere. Se troppo densa allungare con un pò di latte. Regolare con sale, pepe (bianco) e noce moscata se piace e comporre il piatto mettendo una rosetta e la fonduta sopra.

La Dieta?
Impossible… ancora infiniti Auguriiiiiii!

   Invia l'articolo in formato PDF   
Precedente Latte cotto Successivo Muffin al cioccolato con cuore di cacao liquido