Congelare il Parmigiano grattugiato

Congelare il Parmigiano grattugiato

Congelare il Parmigiano grattugiato ? Si, si può. Io lo faccio da anni. Sia con il Parmigiano che con la Grana. A casa mia con due bambini piccoli il Parmigiano grattugiato va via come l’acqua fresca. Vuoi perchè fin da piccoli lo devi mettere nelle pappe a pranzo e cena, vuoi perchè quando sono malati e non vogliono nulla, il pezzo di Parmigiano non lo rifiutano mai, e anche perchè noi grandi non sappiamo rinunciare al Parmigiano o Grana sulla pasta.

Insomma quando ci sono delle belle offerte nei supermercati io ne compro circa 1 Kg e dura un bel pò. Però mi sono accorta che tenendolo in frigorifero tendeva ad ammuffire, così sentendo di gente che lo congelava e ho pensato di provare anch’io, da allora non ho più mollato questa tecnica.

Anche se ce ne sono altre per conservare bene il Parmigiano e le scopriremo insieme.

preparazione

Come congelare il Parmigiano grattugiato

Come ho già scritto in molti dei miei articoli su come congelare gli alimenti, i formaggi si prestano alla congelazione, sia quelli a pasta dura, sia quelli a pasta morbida come le mozzarella, e persino la ricotta.

Ma per congelare bene gli alimenti bisogna seguire determinate regole d’oro, che servono a non modificare la loro struttura molecolare e mantenere integro il prodotto.

Queste regole d’oro riguardano non solo i metodi di congelazione, ma anche l’uso di prodotti aggiuntivi che aiutano a mantenere meglio il prodotto, ad esempio nel caso dei formaggi, la ricotta va congelata con l’aggiunta di zucchero, che mantiene la struttura del formaggio asciugando il suo liquido e mantenendo la sua consistenza. Inoltre gli alimenti congelati devono essere scongelati poi con le giuste cautele, per evitare shock termici.

Molte di queste regole valgono anche per la congelazione del Parmigiano e della Grana grattugiata.

Regole d’oro per congelare il Parmigiano grattugiato

La prima regola fondamentale per congelare il Parmigiano grattugiato è proprio quella di grattugiarlo prima di congelarlo. La congelazione del formaggio stagionato tende a farlo diventare un pò più morbido dopo lo scongelamento, e sarà quindi più difficile grattugiarlo. Ciò però non vieta di congelare il Parmigiano a pezzo e mangiarlo dopo lo scongelamento, il suo sapore sarà ottimo, solo la sua consistenza diventerà più morbida per via dei cristalli di ghiaccio che si sono depositati al suo interno. Ma questo accade con qualsiasi alimento che congeliamo.

Dopo aver grattugiato il Parmigiano, dovete inserirlo in vaschette di plastica o in sacchetti destinati alla congelazione. Scrivendo la data di congelamento, se pensate di non consumare subito il Parmigiano grattugiato.

Infine, l’ultima regola che vale per tutti gli alimenti congelati, riguarda lo scongelamento che deve avvenire in frigorifero. Fare scongelare gli alimenti, di qualsiasi tipo, a temperatura ambiente o sotto l’acqua calda, come fanno in molti, è sbagliatissimo. Ciò genera shock termici che possono determinare il deterioramento degli alimenti. La temperatura ambientale, ad esempio, potrebbe essere troppo alta e provocare cattivi odori e proliferazioni di batteri.

Per cui il Parmigiano grattugiato, così come tutti gli altri alimenti congelati, va scongelato dentro il frigorifero. I tempi saranno maggiori ma ne guadagnerete in qualità.

Se non volete congelare il Parmigiano potete acquistarlo in sacchetti sottovuoto, in questo modo si conserverà benissimo in frigorifero per almeno un mese, e potrete grattugiarlo quando volete.

Ricordate però che una volta aperto il sottovuoto, il Parmigiano o la Grana si manterrà bene per poco in frigorifero, e dovrete mantenerlo sempre avvolto dalla pellicola per evitare che s’indurisca.

Se ti piacciono le mie ricette e miei consigli in cucina seguimi anche sulla mia pagina Facebook Cucina Serafina, ti aspetto.

 

 
Precedente Pesto di fave e noci Successivo Zuppa di fave fresche