Waffle nichel-free

IMG_6014Avete mai provato a fare i Waffle in casa? Sono ottimi, ho provato diverse ricette e quella che preferisco è questa che vi presento oggi. In giro si trovano diverse versioni, con più o meno uova, più o meno burro e aromi vari. Quella che trovate qui è la mia versione a basso contenuto di nichel e burro.

Per preparare i Waffle avrete bisogno dell’apposita cialdiera, io ho quella che li fa a forma di cuore, ma ci sono anche con altre forme.

Una volta cotti le cialde si conservano in un contenitore chiuso per qualche giorno. Scaldateli poi nel tostapane o nella cialdiera per renderli ancora fragranti.

Potete poi cospargeli di zucchero a velo (se lo tollerate), con marmellata o gelato (meglio se fatto in casa, più avanti vi posterò delle ricette anche per i gelati).

INGREDIENTI per 20-25 cuoricini

1 Uovo

60 gr di Burro

185 ml Latte

120 gr Zucchero

180 gr Farina 00

1 cucchiaio di Pasta di limoni (facoltativo)

PREPARAZIONE

IMG_5989Iniziate facendo scaldare la piastra e sciogliere il burro.

In una ciotola di vetro capiente montate a neve ben ferma l’albume.

In un altra ciotola sbattete con le fruste elettriche il tuorlo con lo zucchero, aggiungete poi  il burro fuso ormai intiepidito e mescolate bene per ottenere un composto omogeneo. Aggiungete lentamente la farina, l’aroma di limone (se lo gradite) ed infine il latte.IMG_5948

Dovrete ottenere un composto abbastanza denso ma morbido.

Unite delicatamente con una spatola gli albumi. Mescolate dal basso verso l’alto fino a che non sarà ben amalgamato.

IMG_5950Con un pennellino cospargete leggermente la piastra con del burro fuso.

Con l’aiuto di un mestolo disponete al centro della piastra la pastella, con la mia piastra basta mezzo mestolo circa. Chiudete la cialdiera e fate cuocere per circa 3-5 minuti. Regolate la temperatura e il tempo di cottura in base alla doratura che desiderate.

Sfornate, ritagliate le cialde e servitele calde accompagnate da marmellata o gelato.

Ricordatevi sempre di:

  • non utilizzare pentole in acciaio inox 18/10 o in alluminio;
  • utilizzare pentole e accessori in ceramica, vetro, plastica o teflon;
  • non utilizzare la prima acqua del rubinetto ma lasciarla scorrere qualche minuto;
  • aggiungere il sale nella pentola solo quando l’acqua bolle;
  • non usare la carta di alluminio per avvolgere i cibi;
  • usare la carta da forno per rivestire padelle o piastre in ghisa;
  • abolire i cibi in scatola;
  • evitare la cottura di cibi al cartoccio;
  • prediligere gli alimenti conservati in recipienti di vetro.
Precedente Risotto al pesto di zucchina e caprino nichel-free Successivo Muffin alle mele nichel-free