Strudel di frolla alle mele nichel free

strudel-frolla-meleEccovi la ricetta per uno strudel di mele particolare, su base di pasta frolla e con un ripieno golosissimo di mele e marmellata. Gustato tiepido farà un figurone con i vostri ospiti e preparato seguendo questa ricetta sarà un ottimo dolce povero di nichel.

INGREDIENTI

500 gr Farina

2 Uova medie

200 gr Zucchero

175 gr Burro

1 limone non trattato

1 pizzico di Sale

4-5 Mele

5-6 cicchiai di Marmellata di Pesche

PREPARAZIONE

IMG_7779Iniziate impastando la pasta frolla, mettete la farina, le uova, lo zucchero, il burro a pezzettini, la scorza di un limone e un pizzico di sale in una ciotola capiente e iniziate ad impastare il tutto con una spatola. Trasferite l’impasto su di una spianatoia e impastate fino a che la pasta non sarà liscia e omogenea. Lasciatela quindi riposare per una mezz’oretta.

IMG_7783Lavate e sbucciate le mele. Tagliatele a piccoli dadini e mettetele a cuocere in una pentola antiaderente con la marmellata. Fate cuocere il tutto, mescolando spesso, fino a che le mele non si saranno ammorbidite. Fatele intiepidire prima di farcire la frolla.

IMG_7784Dividete la frolla in due e, con l’aiuto di un mattarello, stendete i due panetti in sfoglie rettangolari alte circa mezzo centimetro. Posizionate uno strato di pasta su una teglia rivestita di carta da forno, dategli la forma rettangolare dello strudel e ripiegate leggermente i bordi per trattenere la farcitura.

Quando le mele si saranno intiepidite, farcite lo strudel, ricoprite con il secondo strato di sfoglia e richiudete bene i bordi in modo che non esca il ripieno. Fate dei tagli sullo strudel con un coltello ben affilato, infornate a 200°C per circa 20 minuti (i tempi variano in base al vostro forno, valutate voi la cottura senza che la frolla secchi troppo). Sfornate e servite tiepida, se volete guarnita con dello zucchero a velo preparato da voi.

Ricordatevi sempre di:

  • non utilizzare pentole in acciaio inox 18/10 o in alluminio;
  • utilizzare pentole e accessori in ceramica, vetro, plastica o teflon;
  • non utilizzare la prima acqua del rubinetto ma lasciarla scorrere qualche minuto;
  • aggiungere il sale nella pentola solo quando l’acqua bolle;
  • non usare la carta di alluminio per avvolgere i cibi;
  • usare la carta da forno per rivestire padelle o piastre in ghisa;
  • abolire i cibi in scatola;
  • evitare la cottura di cibi al cartoccio;
  • prediligere gli alimenti conservati in recipienti di vetro.

Precedente Arrosto di vitello nichel free Successivo Ravioli di Carnevale