Savoiardi nichel-free

Savoiardi_1La ricetta che vi presento oggi è la rivisitazione in versione nichel-free dei Savoiardi.

I savoiardi sono dei biscotti adatti per essere utilizzati in diverse preparazioni, sono adatti per essere inzuppati e sono ottimi anche se consumati da soli.

Nella ricetta che vi propongo ho utilizzato l’impasto e la procedura del pan di spagna. I biscotti una volta cotti saranno ancora morbidi, raffreddandosi diventeranno più secchi e friabili. Verificate però bene la cottura o otterrete dei biscotti più spugnosi, tipo pan di spagna appunto, comunque ottimi da consumare subito ma che tenderanno a diventare più gommosi una volta seccati.

INGREDIENTI per circa 15 biscotti

50 gr Farina

50 gr Zucchero

3 Uova

1 Limone non trattato

Sale q.b.

PREPARAZIONE

IMG_6345Con l’aiuto di una planetaria montate le uova con lo zucchero e un pizzico di sale. Utilizzate uova a temperatura ambiente e montate fino a che il composto diventerà chiaro, gonfio e spumoso. Ci vorranno almeno 10-15 minuti alla massima velocità. Se non avete la planetaria potete montare separatamente i bianchi a neve ferma con metà zucchero e i rossi con il restante zucchero e il sale, unirete poi delicatamente il tutto.

Aggiungete la farina setacciata con la scorza di mezzo limone grattuggiata, amalgamate delicatamente dal basso verso l’alto per non smontare le uova.

IMG_6349Foderate con della carta da forno una placca, con l’aiuto di una tasca da pasticciere formate direttamente nella teglia i biscotti larghi circa 1 cm e lunghi circa 8-10cm ben distanziati tra loro. Spolverate con zucchero semolato e, se lo tollerate, anche con zucchero a velo non vanigliato, infornate in forno già caldo a 200°C per circa 20 minuti. Verificate comunque la cottura che dipenderà dal vostro forno. Staccate poi delicatamente i biscotti con l’aiuto di una paletta antiaderente.

Ricordatevi sempre di:

  • non utilizzare pentole in acciaio inox 18/10 o in alluminio;
  • utilizzare pentole e accessori in ceramica, vetro, plastica o teflon;
  • non utilizzare la prima acqua del rubinetto ma lasciarla scorrere qualche minuto;
  • aggiungere il sale nella pentola solo quando l’acqua bolle;
  • non usare la carta di alluminio per avvolgere i cibi;
  • usare la carta da forno per rivestire padelle o piastre in ghisa;
  • abolire i cibi in scatola;
  • evitare la cottura di cibi al cartoccio;
  • prediligere gli alimenti conservati in recipienti di vetro.
Precedente Filetti di branzino al pepe bianco nichel-free Successivo Dado vegetale nichel-free