Allergia al Nichel. Gli alimenti consentiti e proibiti nella dieta di privazione da Nichel

alimenti-allergia-nichelPer chi è allergico al Nichel solfato è fondamentale seguire una dieta di privazione da Nichel oltre che seguire gli accorgimenti che ho illustrato nello scorso articolo “Accorgimenti per ua dieta Nichel-free”.

Di seguito vi voglio proporre la lista degli alimenti* che utilizzo nella realizzazione delle ricette che vi propongo. Seguendola per diversi mesi ho riscontrato notevoli miglioramenti e spero che possa essere di aiuto anche a voi come lo è stata per me.

La lista comprende una serie di alimenti consentiti e proibiti che per natura hanno le caratteristiche di accumulare più o meno nichel, ogni alimento però avrà una concentrazione di metallo diversa in relazione alla zona di coltivazione ed ai processi di lavorazione e conservazione subiti. Potrebbe capitarvi quindi di assaggiare un alimento consentito e comunque avere qualche disturbo perchè coltivato in una zona con una concentrazione di nichel alta. Non scoraggiatevi e provate a trovare una dieta equilibrata di alimenti consentiti adatta al vosto fisico.

Vi suggerisco di evitare il più possibile gli alimenti conservati, preferite quelli freschi. Prediligete i salumi da banco affettati al momento e non quelli in vaschetta conservati in atmosfera protettiva. Fate attenzione che i formaggi e latticini non abbiano confezioni che possano contaminare l’alimento.

Se potete e ne avete il tempo, preparate il più possibile in casa gli alimenti: marmellate, pane, pizza, gelato, brodo, succhi e spremute. Preparatene in piccole quantità e se avanzano conservatele in contenitori di vetro in frigor o in frizzer. Con l’utilizzo di appositi elettrodomestici (macchina del pane, frullatori, centrifughe), oltre a poter controllare gli ingredienti che utilizzate nelle preparazioni, potrete avere un notevole risparmio economico.

Passiamo ora alla lista, purtroppo, anche se abbastamza dettagliata, non riporta tutti gli alimenti disponibili, i casi dubbi verranno comunque segnalati negli articoli. Per facilitarne la consultazione la lista è stata suddivisa in alimenti consentiti e proibiti divisi per grandi categorie.

LINEA GENERALE

CONSENTITI

Alimenti freschi e preparati con ingredienti consentiti

PROBITI

Alimenti cotti in recipienti di metallo (acciaio 18/10 e allumnio), Alimenti conservati (vaschette, lattine, confezioni industriali)

CEREALI, FARINACEI E LEGUMI

CONSENTITI

Riso, Farina 00, Pane (meglio fatto in casa), Pasta (non integrale), Pasta per la pizza

PROIBITI

Avena, Farro, Mais, Malto, Orzo, Soia, Farina integrale, Alimenti e pane di farina integrale, Grano saraceno, Panini al burro, Pasta sfoglia (soprattutto confezionata e realizzata con margarine), Lievito in polvere, Polenta

FRUTTA E VERDURA

CONSENTITI

Barbabietola rossa, Cetrioli, Melanzane, Ceci, Peperoni, Patate (non bollite con la buccia), Zucca rossa, Zucchine, Agrumi, Banana, Mela, Pesca, Melone, Castagna

PROIBITI

Funghi, Asparagi, Broccoli, Carciofi, Carote, Cavoli, Cavolfiore, Cipolla, Fagioli, Fagiolini, Finocchio, Funghi, Lenticchie, Lattuga, Piselli, Pomodoro, Radicchio, Rucola, Sedano, Spinaci, Albicocca, Ananas, Anguria, Avocado, Ciliegie, Fichi, Frutti di bosco, Kiwi, Uva, Nespole, Pera, Prugna, Uva passa, Arachidi, Noci, Mandorle, Nocciole, Pinoli, Pistacchi, Prugne secche

CARNE, PESCE, UOVA

CONSENTITI

Carni rosse e bianche, Bresaola, Mortadella senza pistacchio, Prosciutto crudo, Salame, Cernia, Dentice, Orata, Pagello, Pesce spada, Ricciola, Spigola, Tonno, Albume e Tuorlo

PROIBITI

Prosciutto cotto, Aringhe, Aragosta, Gamberi, Scampi, Merluzzo, Pesce azzurro, Platessa, Salmone, Calamari, Cozze, Ostriche, Polipo, Totani, Vongole, Lumache, Mitili

AROMI

CONSENTITI

Aglio, Paprika, Pepe, Aceto, Aceto balsamico, Burro, Maionese (non confezionata e fatta con olio di oliva), Olio extravergine di oliva, Sale

PROIBITI

Alloro, Basilico, Origano, Prezzemolo, Concetrato di pomodoro, Ketchup, Olio di semi, Senape, Margarina

BEVANDE, LATTE E DERIVATI

CONSENTITI

Acqua, Bevande frizzanti e birra (non in lattina), Caffè, Vino, Besciamella (non confezionata), Latte, Formaggi freschi e stagionati (che non siano in confezioni di alluminio), Panna, Yogurt (non aromatizzati)

PROIBITI

Camomilla, The, infusi a dase di alimenti proibiti (finocchio, frutti di bosco…), Rabarbaro

DOLCIUMI

CONSENTITI

Bignè (non confezionati), Biscotti (non confezionati e preferibilmente frollini che non contengono lieviti e oli di semi), Zucchero, Crema pasticciera (non confezionata), Miele, Pasta frolla (non confezionata e realizzata con burro), Torta margherita e pan di spagna (non confezionati e senza oli di semi e lievito), Marmellata (di frutta consentita)

PROIBITI

Cacao e derivati (Cioccolato), Brioches, Crema e dolci al cioccolato, Liquirizia, Pasta sfoglia confezionata

*Gran parte della lista proposta è stata fornita dalla farmaceutica Lofarma la quale produce anche il vaccino desensibilizzante per gli allergici al Nichel. Maggiori informazioni le potrete trovare qui http://www.lofarma.it/it/prodotti/allergie_vaccini/TIO.html

 

Precedente Confettura di mele Successivo Sformato di zucchine nichel-free

15 commenti su “Allergia al Nichel. Gli alimenti consentiti e proibiti nella dieta di privazione da Nichel

  1. Laura il said:

    Ciao… ottima lista, complimenti!!! Ma mi è sempre sorto un dubbio, più che altro per scampare totalmente alla depressione post-scoperta da allergia al nichel =P
    Se cucino e prendo solo il sughetto delle vongole, senza mangiare il mollusco, posso cucinare la pasta e mangiarla? ^_^”
    Grazie mille.

    • cucinaresenzanichel il said:

      Ciao Laura,
      l’allergia al nichel è molto soggettiva e dipende dalla tolleranza di ognuno di noi. Gli alimenti che notoriamente fanno male (come il cacao, il pomodoro, la frutta secca) vanno proprio eliminati. Per altri alimenti invece ci sono soggetti che riescono a tollerare un alimento piuttosto che un altro. Personalmente ritengo che se il sugo è stato preparato con ingredienti proibiti potrebbe darti problemi anche se elimini il mollusco, nella cottura gli aromi e i liquidi si mischiano. Piuttosto puoi preparare un sugo che può andare bene anche per noi allergici, ne tieni una parte per te e le vongole le aggiungi dopo 😉 Non ti preoccupare, col tempo imparerai a capire quali sono gli alimenti che devi eliminare totalmente e quali invece sono quelli che ti puoi concedere. In questo modo riuscirai a gestire l’allergia e non deprimerti. Ci sono moltissime alternative e varianti che possiamo adottare per rendere accessibili anche a noi allergici molte ricette.

  2. Orietta il said:

    Lista utile, grazie… Dopo glutine e lattosio, ora devo eliminare anche nichel …

  3. roberta il said:

    Buongiorno Laura, come accennato da “cucinaresenzanichel”, l’allergia al nichel è molto soggettiva. Personalmente se dovessi mangiare anche solo una piccola parte di ” Marmellata confezionata (anche di frutta consentita), vino, caffè, birra, Paprika, Ceci, Mortadella senza pistacchio” starei molto male (dissenteria, vomito, nausea, emicrania, ponfi, prurito ecc..)
    Invece ho riscontrato che, nel mio caso della tua lista dei proibiti, io posso mangiare: qualunque tipo di pesce tranne ostriche, aringhe e mitili, camomilla, Alloro, Basilico, Origano, Prezzemolo, senape, Carciofi, piccole quantità di mais, funghi, finocchio e, questo non lo trovo proprio corretto nella tua lista, per il semplice fatto che, essendo un elemento a sé stante dal nichel in natura, non ha alcun senso di stare in questa lista; l’alluminio. Io posso tranquillamente cucinare nelle pentole di ceramica, vetro pietra e alluminio, tutte le altre mi fanno stare male. Altre 2 cose da sottolineare, sono che mi sono informata da vari nutrizionisti specializzati in dieta nichel free, e l’acqua del rubinetto sia molto dannosa per via dei residui di cui, di quelle in vendita, sono poche marche hanno HCO3 inferiore o pari a 50, tra cui la Guizza, economica e la migliore che ho trovato in commercio finora come rapporto qualità/prezzo, anche la Panna andava abbastanza bene. Altra cosa importante sono le cicche e caramelle, assolutamente da evitare, se no quelle pure alla menta (che a me proprio non piacciono) ma le cicche proprio zero! Altro fattore importante sono i vestiti, i tessuti sintetici contengono nichel, i bottoni dei pantaloni e le fibbie delle cinture, come orecchini e gioielli vari fanno allergia, ora per lo meno nelle gioiellerie sono obbligati a non usare nichel, ma io finora ho avuto problemi anche con oggetti che dichiaravano nichel free, se venduti al di fuori di gioiellerie. Spero di essere stata utile con la mia personale esperienza di allergia al nichel.

    • cucinaresenzanichel il said:

      Ciao Roberta, apprezzo molto il tuo commento e le precisazioni che hai fatto.
      La nostra allergia è molto individuale e non tutti tolleriamo gli stessi alimenti. E’ per questo che è molto difficile gestirla.
      L’acqua del rubinetto è vero che viene contaminata dalle tubazioni, spesso vecchie e malandate. Io ho risolto utilizzando un filtro (di quelli a cartucce), mi sono informata prima con la ditta produttrice che filtrasse i metalli pesanti tra cui il nichel e in effetti adesso riesco ad utilizzare quella di rubinetto. La filtro e la utilizzo senza problemi per cucinare o da bere.
      Grazie per il tuo contributo.
      A presto
      Ilaria

  4. antonia il said:

    Scusami,ma di insalata cosa si può mangiare?non ne ho vista nemmeno una…

    • cucinaresenzanichel il said:

      Ciao Antonia,
      l’insalata in effetti non c’è nelle liste.
      Sicuramente da evitare la lattuga, il radicchio e la rucola.
      Ognuno ha una tolleranza differente, io riesco a mangiare senza problemi l’insalata Milano (quella bianca lunga per intenderci), a volte mi concedo un po’ di belga e songino. Il resto lo evito.
      A presto

  5. liliana il said:

    Lista chiara ma sorge dei dubbi.. Dopo aver fatto tutti i tipi di test è risultato solo l’allergia al nichel non riesco a capire perché l’olio di semi non mi fa nulla (apparentemente) ma l’olio extravergine solo al contatto eritema.. L’aglio solo sentire l’odore svenimento e sento chiudersi le vie aeree.. Sono convita che ognuno tolleri più una cosa rispetto ad un’altra finora non ho trovato una lista che mi dica quali siano i cibi che contengono nichel e quelli che proprio ne sono privi. Qualcuno può aiutarmi? Grazie

    • cucinaresenzanichel il said:

      Ciao Liliana,
      hai ragione, ognuno di noi ha una reazione al nichel differente.
      Anche io sono allergica solo al nichel ma non rieso assolutamente a mangiare aglio e peperoncino.
      Per questo motivo liste univoche di alimenti consentiti non ce ne sono, inoltre ogni alimento è differente in base a come viene prodotto e dall’origine. Per esempio lo stesso ortaggio se coltivato in un terreno povero di nichel o in uno carico di nichel avrà una concentrazione di metallo al suo interno differente. Anche i processi industriali contaminano il cibo in maniera differente. Non è facile quindi stabilire quali sono gli alimenti consentiti e quali no e le liste si simitano a riportare quegli alimenti che solitamente ne contengono di più o sono predisposti per loro natura ad assorbirne di più dal terreno (se poi il terreno non ne ha non ne avrà nemmeno l’ortaggio, ma questo non lo possiamo sapere prima e quindi non va mangiato). Dopo anni di convivenza con questa allergia posso dirti che la soluzione migliore è provare quali sono gli alimenti che tolleri e quali no (sempre in quelli concessi ovviamente, quelli proibiti eliminali proprio) e poi trovare un equilibrio che ti consenta di stare bene, bevi tanto e depurati dal nichel.
      A presto

  6. Ilaria il said:

    Ciao… in molti casi mi hanno consigliato le tisane al finocchio e il finocchio xk aiuta molto nell’eliminazione dei metalli pesanti (tra cui il nichel) dal nostro corpo… è solo una settimana ke bevo un litro di tisana al finocchio al giorno con 5 bustine e posso affermare ke sto molto meglio!!! Gli eczemi sono quasi scomparsi (e avevo gambe, braccia, mani e schiena pieni!) E non sto più avendo problemi intestinali!

    • cucinaresenzanichel il said:

      Ciao Ilaria,
      la tisana al finocchio non tutti la tollerano, in alcune liste il finocchio è sconsigliato, in altre si…
      Visto che l’allergia è molto individuale e ognuno di noi reagisce in maniera differente ad alcuni alimenti, sono felice che a te il finocchio abbia giovato, io personalmente non riesco a berlo ne a mangiarlo 😉
      A preso

  7. Antonia il said:

    Salve io sono allergica al nichel,per quanto riguarda la verdura cruda cioè l’insalata,non hai elencato niente…io so che la scarola o l’indivia belga o la riccia si puó mangiare…un’altra cosa,per quanto riguarda il pesce:il salmone sapevo che si potesse mangiare..la ricciola fa parte della specie di pesce azzurro e quindi pesce da evitare…io sono un po’ confusa perché le liste degli alimenti da evitare o da consentire sono talmente tante e a volte si contraddicono…

    • cucinaresenzanichel il said:

      Ciao Antonia,
      non ho menzionato insalate perchè ho riportato le liste ufficiali rilasciate da medici specialisti e su quelle liste purtroppo non c’è.
      La Belga in genere è tollerata.
      Il salmone no. In genere i pesci di grande taglia tendono ad accumulare più metalli pesanti, così come quelli di fondale (sogliola). Anche il pesce azzurro purtroppo è da evitare. Ma puoi optare per Orata e Branzino 😉

I commenti sono chiusi.