Caponata di melanzane e peperoni nichel-free

caponataLa ricetta della caponata è ricca di ingredienti proibiti nella dieta povera di nichel. La versione della caponata che vi presento oggi è comunque gustosa ma depurata di tutti gli alimenti proibiti. Provatela e vedrete che non ha nulla a che invidiare alla classica ricetta.

Nella preparazione non ho fritto le melanzane per rendere la ricetta più leggera. Inoltre ho lasciato in ammollo i peperoni in acqua e sale per 20 minuti per renderli più digeribili, se anche così vi sembrano troppo pesanti provate a scottarli su di una piastra e privarli della pelle.

INGREDIENTI

2 Melanzane

1 Peperone rosso

1 Peperone giallo

Sale q.b.

Pepe q.b.

Olio extravergine di oliva

20 olive nere denocciolate

20 olive verdi denocciolate

mezzo bicchiere di Aceto

PREPARAZIONE

IMG_7472Lavate e pulite le melanzane, privatele della pelle e tagliatele a dadini. Mettete i dadini con una manciata di sale fino in un colapasta e lasciate in posa per 1 ora.

Preparate i peperoni, lavateli, togliete i semi e le parti non commestibili. Potete decidere di grigliarli e privarli della pelle prima di tagliarli a dadini oppure di tagliarli direttamente e lasciarli immersi in acqua fredda e sale per 20 minuti.

Trascorso il tempo di riposo delle melanzane, lavatele sotto l’acqua corrente per eliminare il sale in eccesso, strizzatele bene e lasciatele da parte. Tagliate a pezzettini le olive.IMG_7475

In una casserruola antiaderente fate rosolare per un paio di minuti le olive con un filo di olio extravergine di oliva. Aggiungete le melanzane e i peperoni a dadini (se li avete immersi in acqua e sale prima di utilizzarli sciaquateli bene).

IMG_7476Aggiungete una spolverata di pepe e mezzo bicchiere di aceto. Mescolate bene.

Quando inizierà a bollire aggiungete mezzo bicchiere scarso di acqua, abbassate il fuoco e fate cuocere semicoperto per almeno 15 minuti e comunque fino a che il liquido di cottura non si sarà asciugato quasi del tutto e le melanzane si saranno ben cotte. Mescolate spesso per evitare che si attacchi al fondo soprattutto quando le melanzane cominceranno ad essere cremose.

Fate intiepidire e servite accompagnato a delle fette di pane tostato.

Ricordatevi sempre di:

  • non utilizzare pentole in acciaio inox 18/10 o in alluminio;
  • utilizzare pentole e accessori in ceramica, vetro, plastica o teflon;
  • non utilizzare la prima acqua del rubinetto ma lasciarla scorrere qualche minuto;
  • aggiungere il sale nella pentola solo quando l’acqua bolle;
  • non usare la carta di alluminio per avvolgere i cibi;
  • usare la carta da forno per rivestire padelle o piastre in ghisa;
  • abolire i cibi in scatola;
  • evitare la cottura di cibi al cartoccio;
  • prediligere gli alimenti conservati in recipienti di vetro.
Precedente Fette biscottate senza burro Successivo Rotolo di crespelle con zucchine