torta pasqualina ai carciofi, con pasta matta allo yogurt, ricetta ligure

torta pasqualina ai carciofi, con pasta matta allo yogurt, ricetta ligure, ovvero prove per il pranzo pasquale! questa è la classica torta ligure, variante di quella con le bietole, io ho fatto la pasta matta con il mio kefir da latte, e rimane una pasta elastica e leggera che ben si presta ad essere stesa sottile sottile, in più sfoglie come prevede la ricetta tradizionale, 33, gli anni di Cristo. Io mi sono accontentata di due sfoglie, il ripieno è di carciofi precedentemente stufati e poi mescolati alla maggiorana e al formaggio grattugiato,in mezzo le uova e sopra il classico strato di prescinoa, un formaggio acidulo ligure….ora tocca a voi! preparate questa torta pasqualina ai carciofi, con pasta matta allo yogurt, ricetta ligure, servitela sua calda che fredda
se non avete il kefir da latte potete usare lo yogurt greco intero e al posto del siero l’acqua, se, altrimenti, volete fare la pasta matta tradizionale mescolate la farina 00 con l’acqua, circa 250 ml e 50 ml di olio evo

pasqualina di carciofi

per la pasta matta:
gr 300 farina00
ml 150 kefir da latte o yogurt naturale greco
ml 100 scarsi di siero del kefir, o acqua
1 pizzico di sale
1 cucchiaio di olio evo
ripieno di carciofi:
8 carciofi
2 spicchi aglio
gr 30 funghi secchi
mezzo bicchiere di vino bianco
maggiorana fresca tritata 2 cucchiai
3 cucchiai di parmigiano grattugiato
gr 200 ricotta
7 uova
gr 500 prescinsoa
sale

-mescolare la farina 00 con il kefr da latte, e con il siero, poco per volta, fino ad ottenere una pasta morbida e liscia, salare e aggiungere l’olio evo, impastare per almeno 5′, coprire e lasciar riposare un paio d’ore, nel frattempo preparare il ripieno di carciofi
– pulire i carciofi scartando le foglie esterne più dure, affettarli sottili
– soffiriggere gli spicchi d’aglio in un poco di olio evo, rosolare i carciofi, bagnare col vino bianco, aggiungere la maggiorana fresca tritata, i funghi secchi ammollati e strizzati e tritati, salare, aggiungere qualche cucchiaio di acqua di ammollo dei funghi, filtrata, coprire col coperchio e portare a cottura, circa 15′, devono essere morbidi,  se occorre aggiungere acqua calda
– levare l’aglio,lasciar raffreddare e poi frullare 3/4 dei carciofi con la ricotta, il parmigiano grattugiato e 2 uova
– aggiungere i carciofi rimanenti, salare se occorre
– dividere la pasta in 3 parti, una un pò più grande
– tirare a sfoglia la parte di pasta più grande e rivestire una teglia rotonda
– riempire con il ripieno di carciofi, fare 5 fossette nel ripieno col dorso di un cucchiaio e sgusciare dentro ad ognuna un uovo
– ricoprire con la prescinoa
– stendere una sfoglia di pasta e ricoprire il riepino lasciando dell’aria tra la sfoglia e il ripieno, ungere la pasta e ricoprire con l’ultima sfoglia, chiudere i bordi, ungere la pasta e cuocere in forno caldo a 180° per circa 40′, fino  doratura, ogni forno prevede i suoi tempi
– sfornare e ricoprire con un canovaccio, lasciar intiepidire, poi scoprire, ciò permetterà di ottenere una pasta morbida e non secca

Precedente crostata sfogliata di carne e risotto ai funghi Successivo torta dolce di zucchine e nocciole

Lascia un commento