dessert fresco di ricotta su amaretti con lamponi e more

dessert fresco di ricotta su amaretti con lamponi e more, uno strato delicato di crema di ricotta su una cialda croccante di amaretti, un dolce arricchito dalla salsa di lamponi e decorato con le more, cotto nel forno, senza gelatina, e conservato in frigorifero e servito fresco, adattissimo per queste giornate calde di inizio estate. Questo dessert fresco di ricotta su amaretti con lamponi e more è preparato in uno stampo da cm 22, e per circa una decina di persone

dessert lamponi moreBASE
gr 200 amaretti
gr 80 burro fuso
CREMA di RICOTTA
gr 500 ricotta
2 uova medie
gr 150 zucchero a velo
SALSA di LAMPONI
gr 150 lamponi
gr 20 zucchero a velo
succo 1/2 limone
more per decorare

-frullare gli amaretti e mescolarli con il burro fuso, rivestire il fondo di una teglia a cerniera apribile da cm 22 e far riposare 30′ in frigorifero
– lavorare i tuorli con lo zucchero a velo, aggiungere la ricotta setacciata e gli albumi montati a neve, con delicatezza, dal basso verso l’alto
– versare nella teglia sopra la base di amaretti, livellare e cuocere a forno caldo per 30′ a 180°
– nel frettempo preparare la salsa facendo cuocere 5′ i lamponi con lo zucchero a velo e il succo di limone, a fine cottura passare al colino
– sfornare la torta e lasciar intiepidire nella teglia, versare sopra la salsa di lamponi. decorare con le more e mettere a raffreddare in frigorifero
– conservare in frigorifero e servire fresco

Print Friendly

plumcake al cocco e yogurt

plumcake al cocco e yogurt, una torta soffice e profumata per cominciare con dolcezza la giornata, facile da preparare, cucinata con la farina di tipo1, macinata a pietra, una farina intera, ricca di fibre, con lo yogurt e il cocco disidratato, io ho usato il mio kefir ma questo plumcake al cocco e yogurt potete prepararlo anche con un buon yogurt naturale!

plumcake cocco e yogurt

gr 120 farina di tipo1
gr 80 maizena
gr 100 zucchero a velo
3 cucchiai di zucchero di canna
3 uova medie
gr 150 burro
ml 150 yogurt naturale o kefir da latte
gr 100 cocco disidratato
1/2 biccchierino di lioncello o scorza di limone e 1 cucchiaio di latte
1 bustina di lievito

– montare le uova con lo zucchero a velo
– aggiungere a filo il burro fuso, con le fruste in movimento
– mesccolare la farina di tipo1 con la maizena e il lievito setacciarli e aggiungerli al composto sempre mescolando, dopodichè aggiungere i 3 cucchiai di zucchero di canna
– unire lo yogurt naturale o il kefir da latte e il limoncello
– versare in uno stampo da plumcake, io ho usato il mio di silicone
– cuocere in forno caldo 180° per circa 35′ a seconda dello stampo che usate, dopo 30′ fate la prova stecchino, non prima!!!!!

Print Friendly

Crostata con marmellata di albicocche

periodo di albicocche e di marellate…e di crostate con marmellata di albicocche! questa crostata ha una pasta frolla incredibilmente soffice, preparata con la farina di tipo 1, macinata a pietra, ricca di fibre e germe di grano, di grano tenero di media forza, gustosa e profumata, dona agli impasti buona capacità di lievitazione e facilità di lavorazione, e la frolla di questa crostata con marellata di albicocche è arricchita e profumata dal mio limoncello che le dona una deliziosa fragranza

crostata di albicocche
gr 150 farina tipo 1
gr 150 frumina
gr 100 zucchero
gr 120 burro
1 uovo
2 cucchiaini di limoncello
marmellata di albicocche 1 vsetto

-mescolare la farina di tipo 1 con la frumina e setacciarle su una spianatoia, aggiungere 1/2 cucchiaino di lievito
– impastare con il burro morbido, lo zucchero e l’uovo leggermente sbattuto
– ammorbidire con 2 cucchiai di limoncello, lavorare l’impasto velocemente ed avvolgerlo nella carta oleata, far riposare almeno mezzz’ora in frigorifero
– dividere la pasta in due pezzi uno più grosso dell’altro
– il più grosso stenderlo e ricoprire il fondo di una tortiera bassa da cm 26, riempire con la marmellata di albicocche e ricoprire con una griglia di pasta ricavata con la restante frolla
– cuocere in forno caldo a 180° per circa 30′, non deve scurire

 

Print Friendly

crostata di ciliegie con crema frangipane

crostata di ciliegie con crema frangipane, una delizia per la colazione ma se la servi con un the profumato la tua merenda diventa super!!! Preparata con una base di pasta frolla,friabilissima e profumata con il limocnello, e riepita con la crema frangipane alle mandorle e nocciole dentro alla quale ci sono le ciliegie!!!! Questa crostata di ciliegie con crema frangipane vi farà fare un figurone

crostata di ciliegie con crema frangipanefrolla:
gr 150 farina tipo1
gr 150 maizena
gr 100 zucchero
gr 120 burro
1 uovo grande
limoncello qb
1 cucchiaino di lievito vanigliato
crema frangipane:
gr 80 mandorle pelate
gr 50 nocciole
gr 125 burro
gr 100 zucchero
1uovo+1tuorlo
gr 30 farina
1 biccherino di lioncello
gr 500 ciliegie grandi denocciolate

-setacciare la farina tipo e la maizena,mescolarle, aggiungere illievito vanigliato, il burro morbido, l’uovo e il limoncello, in quantità tale da formare una pasta morbida, coprire con della pellicola e mettere  a riposare in frigorifero
– frullare le mandorle pelate,le nocciole e lo zucchero, aggiungere 1 uovo e 1 tuorlo, il burro ammorbidito, la farina e il limoncello
– stendere la pasta frolla e rivestire una teglia bassa da crostate da cm 26
– versare la crema frangipane e livellare
– pulire e denocciolare le ciliegie e metterle sopra la crema frangipane premendo leggermente, rivoltare all’interno il lbordo della pasta
– spolverare con dello zucchero ed icuocere a forno caldo a 180° per circa 40′

Print Friendly

ananas caramellato al marsala

ananas caramellato al marsala, un dolce golosissimo, veloce da preparare, profumato, da servire sia caldo che freddo, da solo oppure accompagnato ad un gelato alla vaniglia. Le dosi esatte non le ho scritte perchè dipende da quantità di ananas che mettete in padella
ananas caramellato1 ananas medio maturo
5 cucchiai di zucchero di canna
1/2 bicchierino di marsala
-pulire l’ananas e tagliarlo a fette non troppo sottili
– spolverizzare il fondo di una padella antiaderente con un cucchiaio di zucchero di canna ed accendere il fuoco basso
– passare le fette di ananas nello zucchero di canna rimanente e  metterle nella padella
– far rosolare e girare spesso le fette di ananas con delicatezza, aggiungere ancora un poco di zucchero e il marsala
– lasciare cuocere fino a doratura
Print Friendly

Cheesecake ai lamponi e tartufi di cioccolato bianco

Cheesecake ai lamponi e tartufi di cioccolato bianco, una torta fresca, senza cottura, golosissima, con ricotta, panna e philaelphia e arricchita dai tartufi di cioccolato bianco ai lamponi…piacerà ai grandi e ai piccini!!!!

cheescake lamponi
base:
grazie 300 biscotti tritati fini
gr100 burro fuso
crema:
grazie 250 ricotta
grazie 250 Philadelphia
gr 200 panna fresca
gr 125 zucchero a velo vanigliato
1 filettatura aroma vaniglia
gr 10 colla pesce
tartufi di cioccolato bianco:
gr 100 biscotti tritati fini
gr 100 ricotta
gr 50 burro
gr 50 lamponi
coulisse ai lamponi:
gr 200 lamponi

-mescolare i biscotti tritati con il burro fuso, impastare e pressare sul fondo di una tortiera da cm 22/24 a cerniera apribile rivestita di pellicola, io ho usato quella da cm 24, se volete un dolce un poco più alto potete usarne una più piccola riducendo la quantità di biscotti per la base
– lavorare la ricotta setacciata con il Philadelphia e metà zucchero a velo
– scaldare i 50 gr di panna con l’aroma vaniglia e sciogliersi dentro la colla di pesce precedentemente ammollato in acqua fredda 10 ‘ e versare a filo nella crema di formaggi sempre con il robot in azione
– montate la panna con il rimanente zucchero ed aggiungerla al resto con movimenti delicati dal basso all’alto
– versare sulla vmbase di biscotti, livellare e mettere in frigorifero ieri un paio d’ore
– fondere il cioccolato bianco con il burro e frullare con i biscotti e i lamponi, mettere a raffreddare in frigorifero
– formare delle palline da mettere sulla crema ormai indurire
– mettere gr 200 di lamponi in un pentolino sul fuoco e ridurre in purea, passare al colino
decorare il dolce con i tartufi al cioccolato bianco, i lamponi freschi e la coulisse di lamponi
– tenere la Cheesecake ai lamponi e tartufi di cioccolato bianco al fresco fino al momento di servire Continua a leggere

Print Friendly

torta smemorina alla ricotta e anice, torta del tre

torta smemorina alla ricotta e anice, torta del tre, del tre come unità di misura, per ogni ingrediente, facile da ricordare, numero perfetto! una torta veloce da preparare, soffice, gustosa, con pochi grassi, quelli della ricotta, la torta smemorina alla ricotta e anice, torta del tre, vi stupirà per la sua semplicità, io l’ho arricchita con l’anice ma si possono aggiungere le gocce di cioccolato, e perchè no, ambedue!!!
torta smemorina alla ricotta e anice, torta del tre, e il ricettario non serve più!!!!

smemorina

gr 300 di farina 00
gr 300 zucchero
gr 300 ricotta3 uova
1 bustina lievito
30 ml liquore di anice
oppure 1 fialetta aroma anice

-montare le uova con lo zucchero, aggiungere la ricotta, la farina e il lievito setacciati e in ultimo il 1/2 bicchierino di liquore di anice
– lavorare per qualche minuto e versare in una tortiera da cm 24, imburrata e infarinata
– cuocere in forno caldo 180° per 40′ modalità statico
– far raffreddare e spolverizzare con lo zucchero a velo

 

Print Friendly

torta al cioccolato e cacao di Federica

Torta al cioccolato e cacao di Federica, una super torta al cioccolato, morbida, soffice alta, stracioccolatosa, da mangiare tiepida, fredda, da pucciare nel latte, da assaporare con una tisana fumante, da servire con la panna montata…o semplicemente da mangiare così com’è perchè già da sola è davvero buona!!! erano anni che cercavo la ricetta per una torta così e ieri finalmente nel blog di Pinella ho trovato la ricetta della torta al cioccolato e cacao di Federica Pozzi, la ricetta originale la trovi qui, io ho optato per un altro tipo di farina, quella manitoba che conferisce ai dolci sbattuti una consistente sofficità

torta cioccolato e cacao

gr 200 farina manitoba
gr 300 zucchero a velo vanigliato
gr 150 burro
4 uova
gr 100 cioccolato fondente 74%
3 cucchiai di cacao amaro in polvere
1 bicchiere di latte
1 bustina di lievito

-montare metà dello zucchero a velo vanigliato con il burro quasi sciolto, non del tutto
– aggiungere un tuorlo alla volta sempre con la frusta in movimento
– unire la farina setacciata, il cacao amaro in polvere, il bicchiere di latte, il lievito e il cioccolato fondente tritato
– montare gli albumi con la restante metà di zucchero a velo vanigliato e con movimenti dal basso verso l’alto amalgamarli  al resto della crema
– versare in una teglia da cm 24 imburrata e infarinata
– cuocere in forno caldo statico a 170° per 45°/50′ circa, il mio forno cuoce con violenza, controllare la cottura con uno stecchino dopo 40′ se scurisce troppo coprire con la carta stagnola
– far raffreddare e spolverizzare con zucchero a velo e cacao in polvere

Print Friendly

stroscia di Pietrabruna

la stroscia di Pietrabruna è un antico dolce del ponente ligure, Pietrabruna, nell’imperiese, è una particolare frolla preparata con l’olio extravergine di oliva, quello taggiasco, delicato, e profumata dal marsala o dal vermuth.
Una volta cotta la stroscia di Pietrabruna non va tagliata ma, come dice il nome in dialetto genovese, si deve “stroscià” spezzettare.La stroscia di Pietrabruna potete servirla accompagnata ad un buon vino dolce o una crema calda come lo zabaione, ed essendo preparata senza uova e latticini è adattissima a chi ne è intollerante. La stroscia di Pietrabruna si prepara velocemente e si conserva per parecchi giorni in un contenitore di latta
per chi non possiede un olio delicato, o non ama troppo il suo aroma consiglio di usare metà olio di semi e metà olio extravergine di oliva
la ricetta originale l’ho presa dal bellissimo libro di Ilaria Fioravanti  “dolci ricette di Liguria”stroscia

gr 500  di farina 00
gr 150 di zucchero di canna + 3 cucchiai
1 cucchiaino di lievito
ml 150 olio extravergine di oliva ligure delicato
buccia di limone grattugiata
mezzo bicchiere di marsala o vermuth

-mescolare la farina con lo zucchero e il cucchiaino di lievito
– aggiungere la scorza di limone grattugiata, l’olio di oliva extravergine e il marsala
– impastare fino ad ottenere una pasta morbida, se occorre aggiungere altro marsala
– stendere con le mani in una teglia con spessore di poco meno di 1 cm, spolverare con i 3 cucchiai di zucchero di canna e cuocere in forno caldo a 200° per una mezzoretta. la pasta non deve scurire e come per la pasta frolla va sfornata che sembra ancora mmorbida, a raffreddamento completato si indurirà
– questa torta non va tagliata ma spezzettata con le mani

 

Print Friendly

torta dolce di zucchine e nocciole

torta dolce di zucchine e nocciole, sì avete capito bene, con le zucchine…una torta dolce buonissima, sofficissima!!!! la ricetta l’ho vista stamattina su fb e me la sono subito segnata…a pranzo era già sulla tavola, ora ne è rimasta poco più di metà! la torta dolce di zucchine e nocciole incanterà anche i vostri bambini, anche quelli che solitamente non mangiano le verdure, potete prepararla in monoporzioni e darla a loro come spuntino sano a scuola o a merenda, la ricetta è di Il mondo di Adry, la trovi qui

torta dolce di zucchine e nocciole

gr 300 zucchine verdi
gr 300 farina
gr 200 zucchero di canna
3 uova
ml 120 olio di semi
gr 120 nocciole tritate
1 bustina di lievito
scorza di limone
1 cucchiaino di cannella e 1 di zenzero

-grattugiare le zucchine e metterle a scolare in un colino per almeno 1 ora
– montare le uova con lo zucchero, aggiungere l’olio di semi, la farina setacciata, e le nocciole tritate
– aggiungere il lievito setacciato e le zucchine, aromatizzare con una grattata di scorza di limone, lo zenzero e la cannella e versare in una teglia da 24 cm
– cuocere in forno caldo a 180° per 40/45′

Print Friendly