Biancomangiare alla vaniglia con marron glacé e caramello

Buongiorno questa è la ricetta del biancomangiare alla vaniglia con marron glacé e caramello che ho preparato per il compleanno di mio marito. Il biancomangiare è un delizioso dolce al cucchiaio preparato col latte di mandorla, io l’ho arricchito con la vaniglia e i marron glacé  e decorato con un caramello. Il biancomangiare alla vaniglia con marron glacé e caramello si conserva un paio di giorni in frigorifero

1l latte di mandorla
200 g zucchero velo
100 maizena
semi bacca vaniglia
5 marron glacé
caramello per devorare: 100 g zucchero, 50 g acqua
– setacciare la maizena con lo zucchero a velo e mettere in una casseruola
– stemperare col latte di mandorla a filo, mescolare con cura
– aggiungere i semi della bacca di vaniglia
– cuocere a fuoco lento mescolando fino ad addensare
– ungere con olio di semi o mandorla lo stampo per budino e versarci la crema ancora calda
– lasciare intiepidire e aggiungere 3 marron glacé spezzettati e mettere a raffreddare per almeno 4 ore in frigorifero
Per il caramello mettere 50 g di zucchero di canna integrale in un pentolino e far sciogliere senza mescolare, aggiungere 50 g di acqua bollente e mescolare
– Girare il budino su un piatto di portata e colare a filo il caramello, decorare con i restanti marron glacé.

Se volete preparare il biancomangiare senza maizena vi lascio anche questa ricetta:
ml 500 latte di mandorla
gr 25 farina di mandorle
gr 50 zucchero
4 fogli di colla di pesce

– scaldare il latte, unire lo zucchero e la farina di madorle, far cuocere 5′, spegnere ed unire la colla di pesce scolata e strizzata e precedentemente ammollata in acqua fredda per 10′
– mescolare bene per farla sciogliere e versare in 4 stampini, per un budino più grande raddoppiare le dosi
– far raffreddare qualche ora in frigorifero
– per chi ha ul Bimby: mettere i primi 3 ingredientii ingredienti nel boccale 8′ vel 3 Varoma
– aggiungere la colla di pesce strizzata e precedentemente ammollata in acqua fredda per 10′
– azionare il bimby 1′ vel turbo
– versare negli stampini
– far raffreddare ed indurire nel frigorifero almeno 6 ore

Latte di mandorla
1 parte di mandorle e 4 parti di acqua calda

– ammollare le mandorle con la pelle in acqua per almeno 12 ore, scolarle e metterle nel frullatore con l’acqua calda e frullare ad alta velocità fino a tritarle finemente. Filtrarle attraverso un colino a maglie fini o un telo di cotone e spremere bene. Imbottigliare e conservare al fresco, agitare prima di bere. Per un latte dolce sciogliere 1 cucchiaio abbondante di zucchero nell’acqua calda prima di frullare le mandorle. Con questa dose ne vengono circa 750g di latte

Precedente Torta light integrale alle nocciole e caffè Successivo Riduzione di vino rosso per condimento

Lascia un commento