Crea sito

Magazine Ricette

Zeppole di San Giuseppe

Zeppole di San Giuseppe
Zeppole di San Giuseppe
Zeppole di San Giuseppe

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Zeppole di San Giuseppe

 è più recente e di tutt’altra pasta: quella degli choux (a Napoli “sciù”), detti anche bignè, che però vengono cotti al forno.
Per motivi dietetici, oggi anche la zeppola di San Giuseppe viene offerta nella variante “al forno”: quella vera però rimane quella fritta.
Nel settecento, il 19 marzo i friggitori, in omaggio a S.Giuseppe, loro santo patrono oltre che dei falegnami, allestivano dei banchetti davanti alle loro botteghe, per friggere e servire le zeppole direttamente in strada, in tempo reale.
Nell’imminenza del Santo, la zeppola di S.Giuseppe a Napoli la si trova ovunque. Ma è ormai facile trovarla quasi tutto l’anno, specialmente nel formato “mignon”. Al quale tanti napoletani sono stati costretti ad assoggettarsi, in nome di un pragmatico e salutistico “di meno, ma per più tempo”.Col tempo allo zucchero e alla cannella si è sostituita la crema pasticcera e l’amarena come guarnizione. (fonte articolo http://www.zeppola.it/curiosita.htm)

 

RICETTA: Zeppole di San Giuseppe

Ingredienti per 6/8 persone:

-confettura di amarene o amarene sciroppate
-Olio per friggere
Ingredienti Per la pasta dei bigne:

-4 uova intere
-150 gr. di farina
-100 gr. di burro
– 250 ml. di acqua -zucchero a velo

Per la crema pasticcera:

-500 ml di latte fresco intero
-2 uova
-100 gr. di zucchero
-80 gr. di farina
-1 limone

 

Come si prepara la pasta per fare i bigne’:
1 – Versare in una pentola l’acqua con il burro e il pizzico di sale, accendete il fuoco a fiamma media, quando l’acqua comincerà a fare le prima bollicine, ma non a bollire, versatevi la farina setacciata tutta insieme e mescolare energicamente per 10 minuti con la frusta fino a quando il composto non si staccherà dai bordi della pentola.

Zeppole di San Giuseppe
Zeppole di San Giuseppe

2 – Spegnere il fuoco e aggiungere le 4 uova, uno alla volta sempre girando con forza ed eventualmente con una frusta elettrica finchè si sarà amalgamato tutto il composto. Lasciar riposare per 20-25 minuti.

Zeppole di San Giuseppe
Zeppole di San Giuseppe

 

Zeppole di San Giuseppe
Zeppole di San Giuseppe

Come si prepara la crema pasticcera:
1 – lavorate in un recipiente lo zucchero con i tuorli di 2 uova fino a ottenere un composto bianco e spumoso. Aggiungere la farina setacciandola con un colino per non formare grumi, il latte e due pezzetti di buccia di limone.
2 – porre il recipiente su fuoco a fiamma media e addensare la crema senza far bollire, mescolando continuamente con un cucchiaio di legno. Togliere le bucce di limone e lasciar raffreddare.

 

Procedete alla frittura delle zeppole:
1- riempite di olio per friggere una casseruola dai bordi alti, in quanto le zeppole devono essere immerse completamente nell’olio altrimenti non si gonfiano. Mettete la casseruola sul fuoco a fiamma media.
2 – riempite di pasta una siringa da pasticcere con la bocca larga e premete il composto in un piattino da caffè unto di olio, dandogli la forma di una ciambella.
3 – lasciar scivolare una zeppola alla volta nell’olio ben caldo, ma non fumante e cuocerla fino a quando si gonfierà. Alzare leggermente la fiamma per farla colorire, toglierla senza perforarla e appoggiarla su una carta assorbente.
4 – procedere alla cottura di un’altra zeppola e assicurarsi ogni volta che l’olio non sia troppo bollente.
5 – quando le zeppole si saranno raffreddate, cospargetele di zucchero a velo, porre nel mezzo poca crema e mezzo cucchiaino di confettura di amarene o di amarene sciroppate e servire

 

…se invece volete  cucinare al forno le zeppole

Accendere il forno a 200° C, ed infornare. Si gonfieranno. Lasciar cuocere per circa 30 minuti. Far raffreddare. Poi con la siringa mettere la crema e poi  le amarene sciroppate della Fabbri, infine lo zucchero a velo.

Zeppole di San Giuseppe
Zeppole di San Giuseppe

 

Zeppole di San Giuseppe
Zeppole di San Giuseppe

 

Zeppole di San Giuseppe
Zeppole di San Giuseppe

 

 

STAGIONE RICETTA:

Adatta per tutte le stagioni, per’ la tradizione vuole che venga preparata nel mese di marzo, per la festa del Papa’.

 

 

SEGUI Cucina Passione e Gusto:

– Vieni a visitare il Forum di CucinaCucina Passione e Gusto

– Vieni a visitare la mia Pagina Facebook , Cucina Passione e Gusto, clicca su MI PIACE e troverai le mie ricette sulla tua bacheca.

– Seguimi anche su Twitter @GustoCucina

– Seguimi sulla fanpage GOOGLE PIU’

 

SEGUI:

– Cerchi Ricette Senza Lattosio, visita il blog Latte di Mandorla

– Ogni sabato puoi seguirci in diretta web radio, con il programma  Ascolta come ti cucino su Deliradio dalle ore 14 alle ore 15.

– Segui Benessere e Gusto, Ricette light, Psicologia, Filosofia

 

FOTO E RICETTA: Copyright © Irma Petrella  “Cucina, Passione e Gusto” All Rights Reserved

NON AUTORIZZO la pubblicazione dei testi in tutto o in parte e delle alcuno spazio della rete, che siano forum o altro, senza preventiva richiesta perchè sono protetti dalla legge sul diritto d’autore n. 633/1941 e successive modifiche.

 

 

Print Friendly