Crea sito

Magazine Ricette

Tag: uova

POLPETTE DI CARNE FRITTE RICETTA NAPOLETANA

POLPETTE DI CARNE FRITTE RICETTA NAPOLETANA

 

polpette di carne fritte ricetta napoletana
Polpette di carne fritte ricetta napoletana – Cucina Passione e Gusto Copyright © All Rights Reserved

 

POLPETTE DI CARNE FRITTE RICETTA NAPOLETANA

Le polpette di carne fritte ricetta napoletana sono un secondo piatto, facile, veloce, preparate con semplici ingredienti a base di carne macinata di manzo, formaggio grattugiato parmigiano reggiano, uva passa, pinoli e mollica di pane cafone, rigorosamente fritte.

 

 

Ricetta e Foto: Cucina Passione e Gusto Copyright ©

Categoria: Secondo piatto di carne
Dosi ricetta (o persone): 25 polpette
Tempo Preparazione: 5 minuti 
Tempo Cottura: 10 minuti
Difficolta’: Ricetta facile e veloce

 

 

RICETTA: Polpette di carne fritte ricetta napoletana

 

Vieni a visitare la mia Pagina Facebook , Cucina Passione e Gusto, blog GialloZafferano, clicca su MI PIACE e troverai le mie ricette sulla tua bacheca.

 

INGREDIENTI:

–  500 gr di carne macinata di manzo
–  50 gr. di mollica di pane senza crosta
–  2 uova biologiche
–  50 gr di parmigiano reggiano grattugiato
–  1 spicchio di aglio
–  un cucchiaio di pinoli
–  un cucchiaio raso di uva passa
–  300 ml di olio di semi di arachide per friggere
–  2 cucchiai di olio di oliva extravergine
–  prezzemolo fresco tritato
–  2 cucchiai di farina 00
–  pepe (facoltativo)
–  sale fino iodato, qb

 

Come si preparano le Polpette di carne fritte ricetta napoletana:

– in una ciotola mettete in ammollo la mollica di pane senza crosta, per circa 10 minuti e poi la strizzate
– in una seconda ciotola mettete in ammollo nell’acqua l’uva passa
– in una terrina capiente inserite la carne macinata, olio di oliva extravergine, le uova, la mollica strizzata, il formaggio grattugiato, sale, pepe, prezzemolo, pinoli, uva passa, lo spicchio di aglio tagliato a cubetti piccoli, impastate tutto il composto
– formate delle polpette dalla misura desiderata, a Napoli si formano come una noce
– passatele velocemente nella farina
– friggetele nell’olio di semi di arachide
– adagiate le polpette fritte su carta assorbente da cucina per eliminare l’olio in eccesso
– servite le polpette calde ma anche il giorno dopo sono buone
– buon appetito con le polpette fritte alla napoletana

Se vuoi preparare le polpette al sugo alla napoletana, clicca QUI

 

 

 

FOTO E RICETTA:

Copyright ©  “Cucina, Passione e Gusto” All Rights Reserved

NON AUTORIZZO  

la pubblicazione dei testi in tutto o in parte e delle alcuno spazio della rete, che siano forum o altro, senza preventiva richiesta perchè sono protetti dalla legge sul diritto d’autore n. 633/1941 e successive modifiche.

 

 

Zucchine ripiene alla Sarda

Zucchine ripiene alla Sarda

 

Zucchine ripiene alla Sarda
Zucchine ripiene alla Sarda – Copyright © All Rights Reserved, Cucina Passione e Gusto

 

Zucchine ripiene alla Sarda

Salve cari lettori,
eccovi una nuova ricetta con le zucchine per chi ama le verdure di stagione, dedicata a tutti coloro che seguono un’ alimentazione ricca di fibre, le Zucchine ripiene alla sarda.

La ricetta delle Zucchine ripiene alla sarda trae le sue origini dall’arte culinaria sarda.

Le Zucchine ripiene alla sarda si possono servire come piatto unico o diventare un contorno, antipasto facile e veloce da preparare che richiede una cottura al forno, Si possono servire sia tiepide che fredde. E’ una ricetta ideale da preparare anche il giorno prima, ottima soluzione come pranzo da portare in ufficio e si puo’ conservare in frigo per un paio di giorni.

Zucchine ripiene alla Sarda, Altre Ricette clicca QUI

Imma, Cucina Passione e Gusto

 

 

 

RICETTA: Zucchine ripiene alla Sarda

 

Ricetta e Foto: di Imma Pissacroia, Cucina Passione e Gusto Copyright ©

Categoria: Antipasto, contorno, piatto unico
Dosi ricetta (o persone): 4 persone
Tempo Preparazione: 10 minuti
Tempo Cottura: 55 minuti
Difficolta’: Ricetta facile 

 

 

Ingredienti per 4 persone:

– 4 zucchine
– 10 pomodorini pachino, rossi e maturi oppure 200 ml di passata di pomodoro
– una fetta di pecorino sardo, circa 60 grammi
– 1 uovo
– mezza cipolla bianca
– 100 gr. di macinato misto di maiale e manzo
– un cucchiaio di parmigiano reggiano, grattugiato
– sale fino qb
– pepe qb
– olio extravergine 2 cucchiai
– pane grattugiato qb

 

 

Come preparare le Zucchine ripiene alla Sarda:

– lavare, asciugare e spuntare le zucchine
– foderare con carta da forno una placca o una teglia
– prendere le zucchine, tagliarle nel senso della lunghezza e svuotare la parte interna eliminando la polpa; salare la parte interna e condire con un cucchiaino di olio ogni zucchina e adagiarle sulla placca ed infornate a 180 gradi per almeno 15 minuti
– mentre le zucchine sono in forno, prepariamo il condimento per le zucchine; per cui in una padella antiaderente soffriggere la cipolla tagliata a velo con la carne macinata, quando la carne e’ cotta unite i pomodori pachino tagliati in 4 parti, aggiustate di sale
– terminata la cottura del condimento, fate raffreddare e poi unite il pecorino sardo tagliato a cubetti, sale fino, parmigiano reggiano grattugiato, un cucchiaio di pane grattugiato, un cucchiaio di olio di oliva extravergine, l’uovo e il pepe, rigirate delicatamente gli ingredienti
– distribuire il ripieno nelle zucchine e cospargere di pane grattugiato
– infornare a 180 gradi per circa 40 minuti

 

STAGIONE RICETTA:

Le zucchine ripiene vegetariane al forno sono una ricetta adatta alle stagioni: maggio, giugno, luglio, agosto, settembre, ottobre.

 

 

Zucchine ripiene alla Sarda
Zucchine ripiene alla Sarda – Copyright © All Rights Reserved, Cucina Passione e Gusto

 

 

Ricette Facili Senza Lattosio e Latticini, clicca QUI

Ricette Light e Dietetiche, le trovi anche QUI

 

 

 

FOTO E RICETTA:

Copyright © Imma Pissacroia  “Cucina, Passione e Gusto” All Rights Reserved

NON AUTORIZZO  

la pubblicazione dei testi in tutto o in parte e delle alcuno spazio della rete, che siano forum o altro, senza preventiva richiesta perchè sono protetti dalla legge sul diritto d’autore n. 633/1941 e successive modifiche.

 

Condividi la ricetta e Lascia un commento