Ravioli di magro gluten free

Iniziano i preparativi x Natale
Oggi ravioli di magro. no ho preparati ben ….230

ravioli 3

800 g farina x pasta fresca molino dalla Giovanna
10 uova medie
Sale
Xantano un pizzico
2 cucchiai d’acqua se servono
Impastare tutto e far riposare nella pellicola x 30 min

ravioli 1
Ripieno ricotta e spinaci
Se volete velocizzare la preparazione potete ripassare in padella le bietole o gli spinaci ancora surgelati.,fino aa quando avranno assorbita l’acqua di cottura.
Aggiungere ricotta,  parmigiano, sale, noce moscata, pangrattato,  uova
Comporre i ravioli a vostro piacimento

ravioli 2

E Buon Natale!!! Lucia

Se desiderate avere altre informazioni potete scrivere a cucinanolimits@gmail.com oppure ci trovate su

FB nel gruppo Allegri insuccessi e successi della cucina senza glutine

e sempre su FB  nella pagina Cucina no limits

Pasta fresca ripiena senza glutine , senza lattosio e senza uova

Questa volta ho voluto provare una ricetta di pasta ripiena senza senza senza, quello che invece c’ è , è il gusto!
Niente da invidiare alla pasta con con con….Ottimi.

pasta fresca gf

 

Ingredienti

Per la pasta
300 gr farina per pasta senza lattosio dalla Giovanna
240 gr acqua
25 gr olio
3 3/4 gr xantano
Un pizzico curcuma

Per la farcia
2 patate lessate
70 gr speck
20 gr di scalogno
3 sottilette di formaggio senza lattosio

Impastare tutti gli ingredienti e poi far riposare .
Tirare la pasta con “la Nonna Papera” fino alla penultima tacca.
Preparare la farcia.
Tritare un pezzettino piccolo di scalogno, due patate lessate al microonde ( quindi belle asciutte) ,speck , sottilette di formaggio senza lattosio.
L’ impasto era ben compatto e quindi non ho aggiunto altro.
Io i ravioli li sbianchisco sempre per 1 minuto, così poi posso prepararli quando voglio oppure congelarli.

Condire con un sugo leggero di pomodoro.

Buon appetito !!!!

 

E con questa ricetta senza glutine,senza lattosio, senza uova partecipo 100% Gluten Free (Fri)Day.
Ogni settimana, Gluten Free Travel and Living vuole sensibilizzare l’etere e spronare tutti a cambiare modo di cucinare, almeno in presenza di un celiaco.
Con questa ricetta partecipo al

ilove-gffd