Tortiglioni dell’orto

I tortiglioni dell’orto sono un piatto di pasta completamente vegetariano. La preparazione è velocissima, e le verdure sono di facile reperibilità: basta solamente andare nell’orto e scegliere!
Essendo un piatto leggero e povero di grassi lo consiglio per le persone che vogliono seguire una dieta, o per le calde giornate estive.

Tortiglioni dell’orto

tortiglioni dell'orto 3 blog

Ingredienti (dosi per 4 persone)
360 g di tortiglioni
2 peperoni
3 zucchine
2 melanzane tonde viola
Olio extravergine d’oliva
1 cipolla di Tropea
10 pomodorini
Sale q.b

Procedimento
Mettete a bollire in una pentola abbondante acqua salata. Lavate e tagliate a listarelle sottili le zucchine, le melanzane e i peperoni e fateli cuocere in una casseruola con un filo d’olio. Salate e aggiungente un po’ di acqua di cottura se il sugo si restringe troppo. Lavate e private dei semi i pomodorini, tagliateli in quarti e metteteli in una ciotolina insieme alla cipolla di Tropea lavata e tagliata a rondelle sottili.
Quando l’acqua per la pasta bolle, buttate i tortiglioni e cuoceteli per il tempo indicato nella confezione. Scolate la pasta e aggiungetela al sugo. Unite i pomodorini e la cipolla. Saltate per qualche minuti e servite caldo.

tortiglioni dell'orto blog

Curiosità: Non siete amanti della cipolla per vari motivi? Magari non vi piace il sapore che vi lascia in bocca, oppure non riuscite a digerirla o vi causa bruciori di stomaco. Ho scovato vari trucchetti per rimediare a queste inconvenienze. Io sono un’amante della cipolla, soprattutto quella di Tropea, ma purtroppo mi causa dei fortissimi bruciori di stomaco. Su internet ho visto dei metodi interessanti per evitare ciò e li ho provati. Funzionano sul serio!
Per digerire la cipolla cruda tamponatela con del sale fino, immergete per circa tre minuti in una ciotolina d’acqua, risciacquate e asciugate. Adesso potete aggiungerla al vostro piatto.
Per digerire la cipolla cotta, invece, fatela appassire con pochissima acqua e vino bianco, dopo di che procedete con la vostra preparazione. In questo modo eviterete i bruciori di stomaco e la cattiva digestione.
Se non sopportate il cattivo odore che lascia in bocca la cipolla, soprattutto cruda, dopo averla mangiata masticate due chiodi di garofano.

 
Precedente Brownies alla nutella Successivo Sardine arrosto alla piastra

Lascia un commento