Biscotti da inzuppo, ricetta per la colazione

I biscotti da inzuppo: ecco qui una ricetta veloce e che riesce sempre. l’ho trovata sul retro di una bustina di ammoniaca per dolci, ingrediente fondamentale per la buona riuscita di questi biscotti dal sapore antico e che si conservano per tantissimi giorni in una scatola di latta. Mangiati al mattino inzuppati nel latte sono veramente una bontà unica!

Ingredienti per circa 40 biscotti (dipende dalla grandezza del tagliabiscotti comunque)

biscotti da inzuppo

  • 500 g. di farina 00

  • 2 uova medie

  • 70 g. di olio di semi di mais

  • 150 g. di zucchero semolato

  • latte q.b.

  • 1 bustina di ammoniaca

  • 1 bustina di vanillina

  • la buccia di un limone grattugiata

  • zucchero a velo vanigliato

procedimento

In una ciotola capiente sgusciate le uova e lavoratele con lo zucchero, aggiungete la vanillina, la buccia del limone grattugiata e l’ammoniaca. Unite anche l’olio di semi di mais e lavorate il tutto energicamente. Adesso potete aggiungere un po’ per volta la farina, continuando a lavorare l’impasto. Se l’impasto dovesse indurire troppo aggiungete il latte, ad occhio e poco per volta. L’impasto deve risultare morbido ma che non si appiccichi alle mani. Una volta terminato fate riposare nella ciotola coperta con un canovaccio pulito, per almeno 1 ora. Accendete il forno a 180 gradi. Stendete l’impasto sulla spianatoia infarinata. Tenete uno spessore di almeno 2 cm. Ritagliate dei biscotti nella forma che più vi aggrada e cuoceteli a forno già caldo per circa 20 minuti. (io ho il forno statico, cottura sopra e sotto). Una volta cotti trasferite i biscotti in una gratella da pasticcere per farli raffreddare. Una volta freddi trasferiteli in un piatto largo e spolverizzateli di zucchero a velo vanigliato.

14 commenti su “Biscotti da inzuppo, ricetta per la colazione

  1. chicca il said:

    Ciao ho fartto ieri questi biscotti, speravo di ritrovare il sapore dei biscotti da latte del fornaio della mia infanzia. Invece sono venuti troppo asciutti e compatti, il sapore non era male ma nel latte non si bagnano!
    Ho pensato a due possibili motivi: non ho trovato l’ammoniaca in bustine ma l’ho comperata sciolta e il negoziante ha detto che ne bastavano gr. 3 x gr. 500 di farina, forse erano troppo pochi; oppure ho messo poco latte, l’impasto era morbido ma non si appiccicava e dopo il riposo era piuttosto asciutto.
    Per favore dimmi cosa ne pensi, che vorrei riprovare.
    Grazie e saluti da una conterranea

    • ciao :) ci hai visto giusto, 3 grammi di ammoniaca x 500 g. di farina è troppo poco, pensa che se io la compro sciolta ne uso 20 g. per 500 di farina!!!
      Una bustina contiene circa 15 g. di ammoniaca, quindi l’errore è proprio in questa dose.
      Fammi sapere se li provi di nuovo e come riescono!
      Martina

  2. Little diamond il said:

    Questi li ho provati ieri sera e sono di-vi-ni!!!
    io li ho tagliati di forma rettangolare senza usare nessuna formina e durante la cottura si sono trasformati e sono venuti uguali uguali a quelli del forno…ora li ho messi a nanna nella scatola di latta come ha consigliato Martina così si mantengono come appena sfornati x tanti gg :-)
    è stata la mia prima volta con l’ammoniaca e sinceramente avevo un po’ paura della puzza che si sarebbe sprigionata durante la cottura e invece non è andata poi tanto male 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *