Crea sito

Baccalà mantecato

questa è una ricetta in cui il sapore un po’ forte del baccalà viene mitigato dalla cottura lenta nel latte! Inoltre può essere utilizzato in modo molto versatile: può essere abbinato al classico crostone di polenta grigliata ma anche in modi più insoliti..ma per quello posticipiamo alla prossima ricetta…stay tuned!

  • DifficoltàBassa
  • CostoMedio
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 600 gBaccalà ammollato
  • 200 mlLatte
  • 200 mlOlio extravergine d’oliva
  • 1 spicchioAglio
  • Sale q.b.
  • Pepe q.b.
  • Prezzemolo tritato ((facoltativo))

strumenti

minipimer

    Preparazione

    Per prima cosa dovete decidere se partire dal baccalà giù ammollato e quindi in pratica pronto all’uso dopo un lavaggio comunque accurato oppure dal classico stoccafisso o baccalà ancora sotto sale. In quest’ultimo caso dovrete partire con almeno un giorno di anticipo, mettendo il pesce in una terrina in ammollo con acqua fredda che andrete a cambiare ogni 6 ore almeno. E’ una procedura che richiede molti cambi dell’acqua e quindi molta pazienza!
    1. Una volta che il baccalà sarà dissalato, eliminate l’eventuale pelle, cercate di togliere tutte le lische visibili, tagliatelo grossolanamente e ponetelo in un tegame a cui avrete aggiunto il latte e se necessario anche un bicchiere d’acqua. Il pesce infatti dovrà essere completamente immerso nel liquido.

      Coprite le pentola con un coperchio, mettete sul fuoco e fate cuocere a fuoco medio per una mezz’oretta. Aiutandovi con una schiumarola di tanto in tanto eliminate la parte “bollosa” che si forma.

    / 5
    Grazie per aver votato!
    Facebook Comments

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.