rotolo con la scarola

Considerando che ho la scarola in giardino e che di olive ne produco in abbondanza….per stasera la cena è assicurata…..

INGREDIENTI:

per l’impasto:

250 gr di farina 0 (io multicereali)

150-170 ml di acqua

75 gr di lievito madre (o mezzo cubetto di lievito di birra)

2 cucchiai di olio di oliva

1 cucchiaino di sale

Per l’interno:

400 gr di scarola

10-15  olive nere di Gaeta (che poi sono di Itri )

50 gr di pinoli

50 gr di pangrattato

Aglio, olio, sale, pepe e un peperoncino

Per rifinire:

1 tuorlo

1 cucchiaino di latte

semini vari

Prima di tutto rinfrescate la pasta madre, aspettate 3-4 ore per il raddoppio e poi siete pronti per impastare. Se usate il lievito di birra potete scioglierlo nell’acqua e poi il procedimento è lo stesso, cambiano solo i tempi. Nella ciotola della planetaria mettete la farina e azionate il gancio in modo che la stessa si ossigeni un pò, quindi aggiungete la pasta madre spezzettata (o il liveito di birra sciolto) e successivamente l’acqua a filo facendola ben assorbire dall’impasto. Quando il liquido sarà stato assorbito aggiungete il sale e l’olio e continuate ad impastare fino ad ottenere una palla liscia, che metterete a lievitare in una ciotola, fino al raddoppio. Nel frattempo, lavate la scarola, tagliatela a pezzetti e fatela stufare in padella con l’olio, l’aglio, le olive, i pinoli e il peperoncino, salate e pepate. A raddoppio avvenuto, riprendete l’impasto e con il matterello stendetelo fino ad ottenere un rettangolo largo quanto il vostro stampo da plumcake.

IMG_4252

Distribuitevi prima il pangrattato quindi la scarola, arrotolate, sigillatene i bordi, appoggiatelo nello stampo

IMG_4255

coprite con pellicola e lasciate lievitare nuovamente fino al raddoppio. A questo punto spennellate il rotolo con un tuorlo allungato con un cucchiaino di latte, cospargete di semini a vostro gusto e cuocete il rotolo in forno caldo a 180 gradi per 30 minuti.

IMG_4262

 

 

 

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Be Sociable, Share!
Precedente deliziose Successivo DEGLASSARE

Lascia un commento


*