Frittelle di Alghe

Ogni tanto mando a quel paese la dieta e friggo quel che mi pare … 😛
Ehm….:S Non pensate ad un qualsiasi fritto….mi riferisco ad un fritto speciale, che debba compiacermi e non debba farmi pentire d’averlo mangiato .. avete presente la la lattuga di mare (le cosiddette alghe)?! 😉
Tutti sapete che è commestibile ed presente in tutti i mari del mondo, soprattutto nel mar mediterraneo…e da un po’ a questa parte (negli ultimi decenni) è entrata a far parte anche delle diete e delle ricette vegetariane, vegane e macrobiotiche.
Ormai è risaputo che faccia bene alla salute, basti pensare che gli asiatici la usano in tantissime ricette, e come dargli torto, la lattuga di mare non solo è fonte di iodio, sali minerali e vitamine, ma è anche gradevole al gusto.
Noi del Meridione conosciamo bene le alghe (almeno io), ma non le impieghiamo molto in cucina nei nostri piatti, le nostre conoscenze sono legate allo street food napoletano … infatti le varie friggitorie o ristoranti partenopei sono soliti aprire un pranzo di mare con le famose “zeppoline alle alghe” 😃
A dir il vero… volevo prepararle già da un pò, ma non avevo mai notato la lattuga di mare sul banco del pesce. Ieri invece, mentre acquistavo del salmone, mi è balzato agli occhi il colore verde brillante di questa preziosa alga e così ho deciso di impastare!
Son venute buonissime, croccanti all’esterno e morbide all’interno… 😛
Volete la ricetta? Eccola qui … 😉
Frittelle di Alghe 😊
INGREDIENTI:
500 g di Farina,
10 g di Lievito di birra
400 ml di Acqua
Una manciata di alghe marine
1 Uovo
Sale q.b.
Olio per friggere
PROCEDIMENTO:
Lavare accuratamente le alghe marine e poi lasciarle in acqua per un paio d’ore.
Sgocciolarle bene e tagliarle a striscioline.
In una larga ciotola disporre la farina, versarvi il lievito sciolto in un po’ d’acqua tiepida e aggiungere l’uovo.
Salare e cominciare a lavorare con una forchetta, aggiungendo gradualmente il resto dell’acqua (sempre tiepida), finché l’impasto non sarà bello e compatto.
Lasciar lievitare l’impasto coperto con un telo per un paio d’ore (deve raddoppiare di volume).
Aggiungere al composto le alghe marine e mescolare per incorporarle bene.
Scaldare abbondante olio in una padella dai bordi alti e friggere l’impasto,versandolo nell’olio a cucchiaiate.
Cuocere e lasciare dorare uniformemente le zeppoline e poi gustarle calde calde.
Precedente Salmone grigliato con purea di patate dolci Successivo Crostatine ai Mirtilli