Caponata di Melanzane

La Sicilia è una terra di sole e mare, famosa per la sua colorata cucina e perchè contaminata da tante culture diverse.
La caponata (“capunata” in Sicilia), ricetta sicula per eccellenza, è un piatto noto a tutti per i suoi profumi, per i suoi ingredienti e soprattutto per le sue numerose varianti.
Etimologicamente la parola Caponata sembra che derivi da “capone”, nome con il quale, in alcune zone della Sicilia, viene chiamata la lampuga, un pesce che veniva servito nelle tavole dell’aristocrazia siciliana.
A sostenere e confermare questa teoria è stato il gastronomo ottocentesco Ippolito Cavalcanti, che riporta nel suo libro “La cucina teorico-pratica con corrispondente riposto”, pubblicato a Napoli nel 1839, la ricetta antica della caponata, secondo la quale il famoso piatto sarebbe composto da pane biscottato bagnato con aceto e condito con olio, sale, pepe e un po’ di zucchero, completato da lattuga e scarola tritate e marinate con aceto, olio, sale e pepe e terminato con pesce capone o altri tipi di pesce.
Il popolo, non potendo permettersi il pregiato pesce, decise però di sostituirlo con le melanzane.
Ed è così che è avvenuta la diffusione di questa fantastica ricetta: melanzane, capperi, olive, sedano, cipolle, pinoli, basilico ed aceto e zucchero per conferire uno spiccato gusto agrodolce.

Non a caso in Sicilia la caponata è uno dei piatti più rappresentativi, assieme ai famosi cannoli!
…Ed io che ho un debole per le ricette della Sicilia, non potevo perdermi l’esecuzione di tale ricetta!

Caponata di Melanzane ^__^

Ingredienti:

2 Melanzane
2 Coste di sedano
3 Cucchiai di aceto di vino bianco
3 Cucchiaini di zucchero
1 Cucchiaio di capperi sotto sale
50 g di Olive
Capperi
1Cipolla di Tropea
Salsa di pomodoro qb
Pomodorini qb
1 Spicchio d’aglio
Pinoli
Olio Evo
Sale
Pepe

Procedimento:

Lavate, sbucciate e tagliate le melanzane, poi fatele a dadini.
Friggetele in abbondante olio e prelevatele ben dorate.
In un tegame fate imbiondire la cipolla pulita e tagliata a spicchi e lo spicchio d’aglio.
Aggiungete il sedano pulito e tagliato a tocchetti, a cui avrete tolto con un coltello le parti filamentose.
Fate dorare per alcuni minuti e poi unite i capperi dissalati, i pomodori tagliati a tocchetti, la salsa di pomodoro ed infine le melanzane fritte in precedenza. Aggiustate di sale ed unite un pizzico di pepe.
Fate intanto sciogliere lo zucchero nell’aceto e versatelo nel tegame con le verdure; lasciate evaporare.
Continuate la cottura per pochi minuti ed infine aggiungete le olive e i pinoli. Amalgamate bene il tutto, servite con basilico fresco.
Buon Appetito!

Precedente HUMMUS DI CECI Successivo Pizza con le Alici fresche