Spaghetti all’acqua di limone in crema di caciocavallo e miele

Spaghetti all'acqua di limone in crema di caciocavallo e mieleEccomi qui, alle prese con il secondo appuntamento del 2016 del MTChallenge che vede come protagonista il miele.
Il tema è stato proposto da Eleonora e Michael del blog Burro e Miele e sin da subito mi ha entusiasmato perché, per quanto non lo consumi spesso, il miele come alimento e materia prima da utilizzare nelle preparazioni, mi ha sempre affascinato.

Intanto è probabilmente l’unico prodotto, completamente naturale, che non ha una data di scadenza, pensate che è stato trovato un vasetto di miele in una tomba egizia considerato ancora commestibile dopo 2000 anni (ma sul gusto non ci scommetterei…). Inoltre ogni varietà ha le sue peculiarità sia in termini di gusto che di consistenza permettendo infinite soluzioni creative.

Ho iniziato quindi a comporre ricette e abbinamenti nella mia testa e beh, le prime cose che mi son venute in mente sono state anche le più scontate: i dolci e le carni.
In particolare la carne mi intrigava molto, pensando alle tante possibilità che questo alimento fornisce in termini di preparazioni, cotture e manipolazioni però, dopo aver preso in considerazione alcune soluzioni, (in particolare una ricetta dell’antica Roma per preparare il coniglio) ho abbandonato questa strada sopratutto perché la complessità dei piatti che mi sarebbe piaciuto realizzare cozzava con la mia cronica mancanza di tempo. (Per la ricetta del coniglio, ad esempio, era necessaria una settimana di frollatura…)

Alla fine, guidato dal mio amore smodato per i primi, (qui potete scaricare il mio eBook “Prima i Primi”) ho optato per un abbinamento non proprio usuale: il miele con la pasta e una volta presa la decisione il resto è venuto da solo.

Così sono nati gli spaghetti all’acqua di limone in crema di caciocavallo e miele, una ricetta semplice, dove ho voluto dare spazio alla purezza delle materie prime, pensata anche per valorizzare gli ottimi prodotti della mia terra: la Calabria.

Ecco quindi il caciocavallo silano di media stagionatura, piccante al punto giusto dal sapore rotondo e deciso, il miele d’acacia, anch’esso silano, dai sentori vellutati, il profumo dei limoni calabresi che donano quel giusto tocco acido e leggermente amarostico accompagnato dal gusto un po’ affumicato del whisky torbato, unica concessione esterofila del piatto.

Per ultimo la pasta, degli ottimi spaghetti alla chitarra prodotti in quel di Gragnano adatti, come gusto e consistenza, ad accogliere un condimento così particolare che trae la sua forza dai contrasti decisi ma lievi e mai esagerati.

Spaghetti all’acqua di limone in crema di caciocavallo e miele

Ingredienti per quattro persone:
280 g di spaghetti alla chitarra
180 g di caciocavallo silano
3 cucchiaini di miele d’acacia silano
Le scorze di 4 limoni bio
Whisky torbato qb
Olio extravergine

Preparazione:
Sbucciare i limoni avendo cura di togliere solo la parte gialla, mettere da parte la scorza di mezzo limone e immergere le altre in un litro e mezzo di acqua

Lasciare le scorze a macerare per 12 ore quindi filtrare l’acqua e versarla in una pentola salandola leggermente

In un contenitore mettere il caciocavallo a tocchetti, il miele, 4 cucchiai di acqua di limone e un cucchiaio di olio extravergine

Con il frullatore ad immersione ridurre tutto a crema

Tagliare a fiammiferi le scorze di limone lasciate da parte e tostarle in una padella antiaderente insieme a un goccio di whisky torbato

Portare l’acqua di limone a bollore, tuffare gli spaghetti, scolarli al dente e rimetterli nella pentola

Versare la crema di caciocavallo e miele, amalgamare con cura in modo che il calore residuo della pentola e quello degli spaghetti sciolgano ulteriormente il formaggio e impiattare gli spaghetti all’acqua di limone in crema di caciocavallo e miele aggiungendo le scorze di limone tostate

Spaghetti all'acqua di limone in crema di caciocavallo e miele


Scopri tutte le mie ricette cliccando qui e seguimi anche su facebook

 

Con questa ricetta partecipo al 54° MTCHALLENGE 

image

Precedente Lasagne ricce con peperoni e funghi Successivo Spaghetti con tonno e pomodori secchi
  • Eleonora Colagrosso Dufresne

    Ma che meraviglia. Il miele in un piatto di pasta. Gli spaghetti che cuociono nell’acqua di limone e la stessa acqua addolcita di miele che condisce il tutto con quello splendido caciocavallo che sai, mi manca da morire! 🙂 A Delhi di caciocavallo neanche l’ombra…
    Un contrasto tra dolce e salato e acido buono da morire. Quelle scorze tostate come rifinitura poi…
    mi piace molto.
    grazie.

  • Francesca Carloni

    Adoro questi spaghetti! Complimenti veramente una ricetta originale e convincente! Bravo!!

  • alessandra

    rido.

    perchè quella che fa i tagliolini al limone nell’acqua aromatizzata, che infila il whisky torbato praticamente dovunque e che ora riempie le valigie di caciocavallo silano e di altri formaggi del Sud sono io. Per cui, mi tocca di nuovo dirti che sono d’accordo con te, anche sull’interpretazione di questa sfida, nella concezione generale e nei dettagli.

    Dopodichè, ti autorizzo pure a preoccuparti 🙂
    Ma prima, un “bravissimo!” non te lo toglie nessuno!

    • Ok Alessandra. Ora sono “ufficialmente” preoccupato 🙂
      Grazie del commento e dei complimenti…

  • Grazie dei complimenti Marina. Sono assolutamente d’accordo con le tue considerazioni, infatti per certi aspetti le cose semplici sono le più complicate proprio perché non puoi sbagliare nulla.