Risotto ai porcini, spinaci e zafferano

Risotto ai porciniUn classico della cucina italiana reinterpretato con l’aggiunta di qualche ingrediente gustoso, ecco il mio risotto ai porcini, spinaci e zafferano. Un piatto saporito ed invitante perfetto per le giornate autunnali ed invernali dove il gusto delicato degli spinaci addolcisce ed esalta l’intenso sentore dei funghi secchi e l’aroma speziato dello zafferano

Risotto ai porcini, spinaci e zafferano

Ingredienti per quattro persone:
200 g di riso
50 g di funghi porcini secchi
150 g di spinaci lessati
30 g di mandorle tritate tostate
50 g di parmigiano grattugiato
Un dito di vino rosso
Una cipolla rossa piccola
Una bustina di zafferano
Prezzemolo qb
Pepe nero qb
Olio extravergine

Preparazione:
Prendere i funghi porcini secchi e lasciarli in ammollo per un’ora in un litro d’acqua abbondante quindi prelevarli, strizzarli e tagliarli a piccoli pezzi.

Filtrare l’acqua dei funghi per togliere eventuali residui di terra ed impurità, metterla in un tegame, portarla a ebollizione quindi spegnere il fuoco ed aggiungere lo zafferano

Lessare gli spinaci per 10 minuti in acqua salata e sminuzzarli grossolanamente

In un tegame versare un giro d’olio, portarlo a temperatura e aggiungere la cipolla affettata finemente

Quando la cipolla appassisce unire i funghi ben strizzati ed il vino, fare sfumare quindi versare il riso e tostarlo per un paio di minuti

Aggiungere gli spinaci un mestolo dell’acqua dei funghi allo zafferano e regolare di sale

Continuare a fare andare a fuoco basso versando di volta in volta l’acqua dei funghi quando viene assorbita fino alla cottura del riso quindi aggiungere il parmigiano e il pepe nero macinato amalgamando bene e mantecando per un paio di minuti

Impiattare il risotto ponendolo a specchio in un piatto piano, versargli sopra la granella di mandorle tostate, il prezzemolo tritato, un filo d’olio e servire

Risotto ai porcini


Scopri tutte le mie ricette cliccando qui e seguimi anche su facebook

Lascia il tuo commento nello spazio apposito qui sotto

Precedente Lasagne in crema di cipolle rosse e squaccherone Successivo Purè di fave al profumo di limone