Pasta con pesce spada, cipolla di Tropea e pomodorini confit

Pasta con pesce spada, cipolla di Tropea e pomodorini confitEcco una ricetta perfetta per la stagione calda. La pasta con pesce spada, cipolla di Tropea e pomodorini confit è un piatto gustoso, leggero e semplice da realizzare.
L’unico neo di questa preparazione è la lunga cottura in forno a bassa temperatura (140/150 gradi) dei pomodorini e della cipolla.
D’altra parte, organizzandosi, non è un problema così grande dato che non c’è bisogno di fare nulla durante la cottura in forno, basta controllare, verso la fine, che i pomodorini si siano asciugati e la cipolla ammorbidita.
Tanta attesa però sarà ripagata dal gusto intenso e appetitoso di questo primo che porterà in tavola i profumi ed i sapori della tradizione mediterranea

Pasta con pesce spada, cipolla di Tropea e pomodorini confit

Ingredienti per quattro persone:
280 g di pasta (io ho usato la calamarata)
Una fetta di pesce spada
15 pomodorini
Una cipolla di Tropea
5/6 olive schiacciate
Una decina di capperi
Due piccoli spicchi d’aglio
3 alici sott’olio
Origano qb
Prezzemolo qb
Zucchero qb
Olio extravergine

Preparazione:
Sciacquare i pomodorini, tagliarli a metà e disporli in una teglia con il lato del taglio rivolto all’insù

Condire ogni metà dei pomodorini con un pizzico di zucchero, uno di sale, uno di origano, un po’ di aglio tritato e un filo d’olio

Tagliare a fette grosse la cipolla di Tropea e metterla in un’altra teglia senza aggiungere null’altro

Disporre le teglie nel forno a 140/150 gradi e far cuocere per due ore circa, i pomodorini si dovranno asciugare ma risultare morbidi

Fare un’emulsione frullando 6 cucchiai d’olio, il prezzemolo, le alici, i capperi ed un piccolo spicchio d’aglio

In una padella antiaderente saltare per un paio di minuti il pesce spada tagliato a piccoli tocchetti

Spegnere il fuoco ed aggiungere le olive tagliate grossolanamente, l’emulsione, la cipolla e i pomodorini confit

Amalgamare il tutto, mettere il coperchio e lasciare da parte

Tuffare la pasta in acqua bollente salata, scolarla al dente e versarla nella padella

Accendere il fuoco, saltare il tutto per due minuti, aggiungere un giro d’olio, impiattare e servire


Scopri tutte le mie ricette cliccando qui e seguimi anche su facebook

Lascia il tuo commento nello spazio apposito qui sotto

Precedente Linguine al ragù di pesce stocco (stoccafisso) Successivo Insalata di aringhe affumicate