Crea sito

Lavare le verdure

Pubblicato in Cosa serve in cucina

Per lavare le verdure e altri ortaggi è bene avere in cucina una centrifuga per insalata (contenitore in plastica con un cestello interno e con un coperchio che permette di ruotare il cestello velocemente in modo da asciugare perfettamente l’insalata) e una piccola bacinella di plastica (che userai solo per la cucina), un po’ più capiente, adatta al lavaggio di verdure che richiedono molta acqua, per esempio gli spinaci.
L’acqua residua dopo il lavaggio può essere utilizzata per innaffiare le piante del balcone.

Molte verdure (sedano, finocchi, peperoni, porri,carciofi, broccoli, cavolfiori, prezzemolo, basilico, erba cipollina), una volta pulite, è sufficiente lasciarle a bagno nell’acqua per 5 minuti e poi scolarle semplicemente sollevando il cestello.

Alcune verdure (patate, zucchine, pomodori, cipolle, carote), dopo che sono stati pulite, è sufficiente lavarle sotto l’acqua corrente.

L’insalata verde va lavata nella centrifuga, cambiando l’acqua almeno 2 volte e asciugata sempre con la centrifuga.

Pubblicato il 17/01/2008 | 2 Commenti

  • Da Sara il 17/04/2012 alle 20:20

    Se vi manca la centrifuga usate un copriguanciale di cotone. Mettete l’insalata bagnata all’interno e lo fate ruotare con forza (in terrazzo). L’effetto è lo stesso ma è più divertente.
    Sara

  • Da fado il 20/04/2012 alle 07:32

    Eh si, hai ragione. In effetti ricordo che, quando ero piccola e le centrifughe per insalata non esistevano, nel cassetto della cucina c’era un telo apposito che, dopo l’uso, veniva lasciato asciugare e riposto in modo da poterlo utilizzare solo per l’insalata. Noi usavamo un asciugapiatti leggero in cui veniva messa l’insalata al centro, veniva tenuto chiuso con le mani a sacchetto e sbattuto (fuori dalla porta). Anche recentemente, in una vacanza in casa affittata, ho usato questo sistema per preparare una bella insalata.

Commenta


Puoi seguire i commenti via RSS oppure via TrackBack