Gelatina cotognata ricetta dolce povero contadina

Una ricetta di un dolce povero, antica del popolo contadino è la marmellata cotognata, In altri tempi i bambini mangiavano pezzetti di cotognata, come ora i nostri mangiano le merendine. e se riprendiamo le antiche abitudine il nostro organismo ne trae beneficio piuttosto che da cibi confezionati; le mele o le pere cotogne, che sono poi lo stesso frutto, cambia solo la forma, non sono gradevoli ad essere consumate crude, il sapore asprigno e poco dolce, non per carenza di zucchero, ma per la sua composizione chimica, le rendono poco appetibili. mentre cuocendole assumono un sapore dolce e con profumo delizioso, ed ora prepariamo questa squisitezza di marmellata-gelatina cotognata illustrando ingredienti e preparazione.

Ingredienti:

  • 1 chilo di Mele, Cotogne, già mondate
  • 800 grammi di Zucchero
  • 1 Limone

recipe-gelatinamelecotogne-txt

Preparazione:

Lavate accuratamente le cotogne, senza sbucciarle, tagliatele a tocchetti levando solo il torsolo; Versatele in una pentola insieme al limone tagliato in grossi pezzi, e ricopritele d’acqua, non occorre che superi il livello delle cotogne

Portate a bollore e lasciatele cuocere per circa 1/2 ora o comunque sino a che non si siano ammorbidite, scolatele dal liquido, togliete il limone e passatele al passa-verdure oppure, molto più comodo, frullatele con un mixer ad immersione; mettere nuovamente sul fuoco la purea così ottenuta, insieme allo zucchero e portare a bollore.

Proseguite la cottura per circa un’ora e mezza o comunque sino a che non si staccherà dalle pareti della pentola, senza richiudersi. Dovrà avere la consistenza della polenta; versate la cotognata dentro degli stampi inumiditi, oppure versatela su un foglio di carta forno, livellate in uno spessore di un paio di centimetri formando un rettangolo.

Lasciatela raffreddare completamente prima di sformarla. Se avete optato per un unico strato, a completo rassodamento tagliate a losanghe. Per un aspetto brinato, potete passare i quadrotti ottenuti, nello zucchero semolato; ae le giornate sono belle lasciate la cotognata al sole per un paio di giorni, affinché si asciughi completamente, altrimenti lasciate asciugare in forno a 50 gradi.

A questo punto potete conservare la cotognata in vasetti a chiusura ermetica, avvolta, come si faceva una volta, in carta oliata.

Fonte: worldrecipes.expo2015