Veneziane con lievito madre

Le veneziane con lievito madre sono un’ottima colazione o merenda per regalarsi una dolce coccola, molto soffice e ricca di dolcezza quel tanto che basta!

Veneziane con lievito madre - Cucina per caso con Amelia
Veneziane con lievito madre – Cucina per caso con Amelia

Quando desidero una cosa per me la soddisfazione più grande è quella di prepararla con le mie mani, cercando la ricetta che più si addice ai miei gusti e alle mie esigenze: è così che cercando su internet ho trovato quello che cercavo nel blog “la cucina di mamma Loredana”, apportando alcune modifiche nei tempi e modi di lievitazione ho preparato le mie veneziane con lievito madre.

Ingredienti per 12  veneziane con lievito madre:

  • 250 g manitoba
  • 250 g farina 00
  • 125 g lievito madre
  • 4 uova
  • 75 g di latte parzialmente scremato tiepido
  • 125 g di zucchero semolato
  • 125 g di burro morbido
  • 8 g di sale
  • 1 bacca di vaniglia
  • latte per lucidare
  • granella di zucchero per decorare q.b.

Nella planetaria con il gancio unire il lievito madre a pezzetti, la farina e lo zucchero: versare il latte tiepido e far lavorare a velocità minima.
Una volta amalgamati gli ingredienti alzare la velocità sul numero 1, unire un uovo alla volta, aspettando sempre che sia assorbito bene dall’impasto prima di aggiungere il successivo.

Terminato di aggiungere le uova, otterrete un impasto ben incordato.
A questo punto unire  il sale, la vaniglia e il burro morbido non in una volta sola ma in 3 riprese sempre lasciando assorbire bene dall’impasto prima di passare alla successiva quantità (come per le uova).
La lavorazione delle veneziane con lievito madre è lunga, lasciate impastare alla planetaria per 15/20 minuti.
Al termine della lavorazione si ottiene dall’impasto l’effetto ” velo” : tirando la pasta si tende fino a sembrare un velo senza però spezzarsi.
Infatti per dividere l’impasto dopo la lievitazione non riuscivo con le mani ma ho dovuto utilizzare il raschiapasta (oppure potete prendere un normalissimo coltello.
Ungere un contenitore munito di coperchio e vuotare l’impasto delle veneziane con lievito madre, disporre nel forno spento preriscaldato al minimo e lasciar lievitare per un giorno (minimo 12 ore), preparate l’impasto al tardo pomeriggio e lo lasciate lievitare sino al mattino dopo.
Togliete quindi l’impasto dal forno, prendete la leccarda e ricopritela con l’apposita carta.
Vuotate l’impasto delle veneziane con lievito madre sull’asse leggermente infarinato, infarinate anche la superficie superiore dell’impasto e infarinatevi le mani e il raschiapasta (o un coltello).
Tagliatelo a metà, fatelo girare delicatamente toccandolo appena, dividete ogni metà in 6 parti, ottenendo così 12 parti in tutto.sagomatele ogni parte con le mani, delicatamente, dando una forma rotonda senza assolutamente lavorare più l’impasto.
Sistemate ogni parte sulla carta forno formando 3 file da 4 veneziane con lievito madre.Veneziane con lievito madre - Cucina per caso con Amelia

La seconda lievitazione la potete fare lasciando le veneziane nel forno spento riscaldato al minimo per un tempo che varia da una a tre ore.
Comunque avendo lievitato l’impasto tante ore non è necessaria.
Mentre si scalda il forno a 170°C spennellate le veneziane con lievito madre con un goccio di latte e distribuite la granella di zucchero, infornate e cuocete per 20 minuti.Veneziane con lievito madre - Cucina per caso con Amelia

Se vuoi seguirmi anche su facebook apri la pagina e clicca mi piace!

Veneziane con lievito madre - Cucina per caso con Amelia
Veneziane con lievito madre – Cucina per caso con Amelia

Precedente Minestra di riso patate spinaci Successivo Gnocchi alla romana con spinaci bimby

2 commenti su “Veneziane con lievito madre

    • Amelia il said:

      Una volta raffreddate le avvolgi singolarmente nella pellicola. La sera prima metti il quantitativo occorrente in frigorifero e al mattino scaldi nel forno o in microonde pochi secondi!

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.