Vellutata di lattuga romana

La lattuga romana vellutata: verde, golosa e detox.

Immagina una sera fredda d’inverno o una sera calda d’estate, o una sera qualunque.

Pensa un piatto buono per ogni stagione e per ogni silouette. Adatto a chi segue la fase post-bariatrica semi-liquida.

 

 

Partiamo dal presupposto che questo piatto può essere ottimo da solo (specie per chi dopo un intervento di chirurgia bariatrica si trova nella fase semi- liquida o semi-solida) o in accompagnamento ad altri cibi per chi (beato lui) può permettersi già di gustarli, ma soprattutto ricordiamoci che mangiare in modo sano e dimagrante non deve inibirci nella fantasia e nel gusto di cucinare per noi e per gli altri.

Ingredienti:

1 cespo grande di insalata romana

1 cipollotto o 1/2 cipolla rossa

1 cucchiaio da minestra di olio evo

1/2 l. di brodo vegetale bio

sale qb

aromi preferiti (per me pepe e coriandolo macinati)

 

Procedimento:

  • Lavare molto bene l’insalata foglia per foglia e tagliarla abbastanza finemente, in special modo le coste
  • In un pentolino scaldare il brodo fino a portarlo a ebollizione
  • In una padella tipo wok lasciare imbiondire la cipolla o il cipollotto tagliati anch’essi finemente, aggiungendo al limite un poco d’acqua
  • Aggiungere l’insalata e lasciarla stufare a fuoco medio rigirandola spesso
  • Quando l’insalata risulterà appassita aggiungete il brodo e aggiustate di sale e aromi
  • Lasciatela cuocere per circa 15-20 minuti a fuoco medio o comunque fino a quando il brodo e la verdura abbiano raggiunto lo stesso livello
  • Spegnete il fornello e frullate tutto molto bene con un frullatore ad immersione
  • Se desiderate un zuppa più densa potete lasciarla ritirare sul fuoco ancora qualche minuto.

La vellutata può essere servita con dei crostini tostati e bagnati con qualche goccia di olio evo di qualità.

Io l’ho servita accompagnata da una magnifica burrata che con la sua freschezza e delicatezza ne esalta la sapidità e il profumo.

Spero che sia di vostro gradimento.

Buon Appetito!

 

 

 

 

 

Precedente Flan di cipolle cotto nel microonde Successivo Cremosa di champignon

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.