Teste di funghi ripiene di tomino

Le teste di funghi ripiene si realizzano con i pleurotus, che per la loro grandezza si adattano benissimo ad essere farciti in molti modi. Ho pensato che il tomino piemontese sarebbe stato l’ideale  da accostare, sia per consistenza che per profumi, a questo particolare fungo. E’ un piatto che si realizza in mezz’ora, originale e saporito. L’ho servito accostandolo a una dadolata di pomodorini aglio tritato e prezzemolo. Vi consiglio di provare e vedrete che vi leccherete i baffi!teste di funghi ripiene

Ingredienti per 4 persone:

  • 4 teste di funghi pleurotus grandi
  • 4 tomini piemontesi (quelli che si fondono all griglia)
  • 1 cucchiaio da minestra diolio evo 
  • sale e pepe qb
  • 1 ciuffetto di prezzemolo tritato

Procedimento:

Lavate bene le teste di funghi e privatele di quel che rimane del gambi.

Prendete una padella grande (32cm) e ungetela appena con un cucchiaio di olio evo passato con un foglio di carta assorbente. Ponetevi le teste di pleurotus con la parte interna rivolta alla padella a fiamma abbastanza vivace. I funghi cominceranno a rilasciare acqua che si riassorbirà da sola. Lasciatele così almeno 10 minuti e poi voltatele e lasciategli grigliare fino a che, anche schiacciandoli un po’ vedrete che non esce più acqua di vegetazione. Poneteli in un piatto, aggiustateli di sale e pepe e cospargeteli col trito di prezzemolo.                                                                                       

Nella stessa padella calda, senza spegnere la fiamma, cominciate a fare sciogliere i tomini e quando la parte a contatto con la padella comincerà appena a fondersi appoggiate sulla parte interna delle testi di funghi con una spatola e rimetteteli in padella avendo cura di coprirli con un coperchio finchè i tomini saranno fusi al punto giusto.

Impiattate  e servite calde accompagnandole con una dadolata di pomodorini conditi con abbondante aglio e prezzemoli tritati, sale e un filo di olio evo. Lasciatemi i vostri commenti e se la ricetta vi è piaciuta condividetela. Ah! Dimenticavo… buon appetito!

 

 

 

 

Precedente Polpettine con cipolle e curry Successivo Parmigiana di zucchini al camembert

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.