Sformato di pak choi o bietola cinese

Lo sformato di pak choi o bietola cinese è un piatto leggero e nutriente da gustare tiepido. Il pak choi, anche se ricorda come forma le nostre bietole, fa parte della famiglia dei cavoli, ma il suo sapore è molto dolce e delicato. Si presta ad essere utilizzato in molte ricette asiatiche, ma io ho voluto provarlo in una versione occidentale. Il risultato mi ha soddisfatta in quanto ha le caratteristiche dello sformato ma si avvicina molto alla consistenza del flan. E’ adatta a chi ha cominciato a fare una dieta post bariatrica morbida.

sformato di pak choi impiattato

 

Ingredienti per lo sformato di pak choi:

  • Due bietole cinesi (si trovano in genere nei negozi di prodotti asiatici)
  • Sei uova
  • Due cucchiai di grana padano
  • 100 ml di besciamella (pronta o fatta in casa); alternativamente panna di soia
  • Un cucchiaino raso di sale fino
  • Pepe macinato a piacere
  • Due cucchiai di olio evo

Procedimento:

Sfogliate e pulite il pak choi accuratamente sotto l’acqua corrente per eliminare ogni residuo di terra. Affettatelo sottilmente, sia le foglie che la parte carnosa e ponetelo in una padella con l’olio. Fatelo appassire dolcemente fino a che anche le coste risulteranno morbide. Toglietelo dal fuoco e lasciatelo raffreddare.

In una ciotola ampia rompete le uova, aggiungete il grana, la besciamella o la panna si soia, il sale e il pepe e amalgamate bene con una frusta in modo da rendere il composto piuttosto spumoso.

Quando il pak choi si sarà raffreddato incorporatelo per bene e versatelo in uno stampo da plumcake foderato con un foglio di carta da forno bagnato e ben strizzato.

Ponete ora lo stampo in un contenitore più grande riempito a metà con acqua. Cuocete in forno a 180 gradi a bagno maria per 45 o 50 minuti. Verificate con uno stecchino che lo sformato sia compatto e abbia fatto una bella crosticina. 

Lasciatelo intiepidire e impiattate. Ma soprattutto fatemi sapere se vi è piaciuto!

Buon appetito…

Precedente Cremosa di champignon Successivo Gamberi al cajun e cocco

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.