Crea sito

Riso con verdure estivo

Un riso estivo leggero con verdure, adatto ai caldi si questa estate esagerata!!!

BMS

  • risotto
  • zucchine fresche
  • pomodori
  • sale
  • olio Dante evo
  • origano
  • cipolla

Mettere in padella olio con mezza cipolla tritata e far soffriggere sino alla doratura, aggiungere poi le zucchine a rondelle. Lasciare soffriggere, aggiungere poi acqua calda per portare alla cottura desiderata (a me piacciono croccanti nel riso quindi le lascio cuocere solo 10 minuti), aggiungere poi i pomodori tagliati a pezzetti e un cucchiaino di origano tritato.

Lasciare insaporire il tutto aggiungendo il sale q.b.

Scolare il riso al dente e farlo saltare in padella con le verdure.

Tito

 

Il Banco del Mutuo Soccorso, o semplicemente Banco, è un gruppo rock di Roma fondato nel 1969 e tuttora in attività. Insieme alla Premiata Forneria Marconi, gli Area e a Le Orme è l’esempio più rappresentativo e noto, anche all’estero, di rock progressivo italiano.

La storia del “Banco” ebbe inizio negli ultimi mesi del 1968, quando il diciassettenne Vittorio Nocenzi, enfant-prodige delle tastiere, riuscì ad ottenere un’audizione presso l’importante etichetta RCA, forte della segnalazione di Gabriella Ferri, per la quale aveva già musicato alcuni brani. Le case discografiche erano, in quegli anni, poco propense a promuovere strumentisti solisti, e la leggenda narra che Nocenzi avesse millantato l’esistenza di un non meglio precisato gruppo da lui capeggiato. Si trovò, quindi, nella condizione di allestire in tutta fretta una formazione musicale per presentarsi all’audizione. All’uopo reclutò parenti e amici in grado di “reggere uno strumento” ed inventò l’appellativo di Banco del Mutuo Soccorso, forse ispirato da qualche istituto di credito o assicurativo della zona[1].

Il gruppo si riuniva nella loro personale sala prove, a Marino, nei Castelli Romani, in seguito divenuta famosa con il nome di “stalla” e così era nella realtà: una vera e propria stalla ristrutturata ed attrezzata perfettamente (dice lo stesso Vittorio Nocenzi in una intervista) “con le mangiatoie piene di amplificatori, distorsori e strumenti musicali invece del fieno per le mucche”.

La prima formazione era composta, oltre a Vittorio Nocenzi ed al fratello Gianni al pianoforte, da Gianfranco Coletta (componente dei Chetro & Co. e, in seguito, degli Alunni del Sole) alla chitarra, Fabrizio Falco al basso e Mario Achilli alla batteria, questi ultimi componenti dei Crash un gruppo rock psichedelico fondato dai fratelli Falco, con il quale Vittorio collaborava da alcuni mesi. L’audizione ottenne il placet degli esaminatori e il neonato “Banco del Mutuo Soccorso” realizzò tre brani che furono inclusi in una compilation di nuove formazioni intitolata “Sound ’70” e pubblicata solo su musicassetta. I pezzi di questa raccolta (Vedo il telefono, La mia libertà e Padre Francesco) verranno incisi, qualche settimana dopo il provino, da una formazione già ritoccata, con Claudio Falco alla chitarra e Franco Pontecorvi alla batteria[

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.