Crea sito

Pesca ripiena

Questo dolce-frutta è semplicissimo.. facile…e troppo buono… basta creare la crema e accompagnare il tutto con i biscotti alla nocciola (Rustici di Corsini) e il gioco è fatto

About us

  • mascarpone
  • yogurt
  • zucchero
  • succo pesca (io ho messo un cucchiaino dello sciroppo dell pesche sciroppate)
  • biscotti alle nocciole (Rustici)

Mescolare mascarpone con yogurt, zucchero, succo e briciole dei biscotti e impiattare semplicemente! E’ già pronto! Buon appetito!

They Don’t Care About Us è il quinto singolo estratto dall’album HIStory: Past, Present and Future – Book 1 del cantante americano Michael Jackson. Si piazzò alla 30ª posizione sulla Billboard Hot 100 l’8 giugno 1996. La canzone raggiunse la top 10 in diversi paesi del mondo. In questa canzone è da segnalare alla chitarra la performance di Slash.

Durante la serata finale del Festival di Sanremo 2010, è stata eseguita la coreografia della canzone dai ballerini che avrebbero dovuto prendere parte all’ultima serie di concerti di Jackson, This Is It.

Il testo della canzone era considerato controverso a causa della seguente parte:

Jew me, sue me, everybody do me

Kick me, kike me, don’t you black or white me.

Jackson dichiarò: “La mia intenzione era quella di dire no ad ogni forma di razzismo.”

A causa di ciò, la seconda parte della canzone non fu eseguita nell’HIStory World Tour ed inoltre il brano originale venne rieditato in tutte le sue versioni (ed anche nel video) per censurare le parole Jew me e kike me, sostituite da colpi di tamburo. La parola “kike” in inglese è infatti usata come termine dispregiativo per indicare gli appartenenti alle fede ebraica.

Il videoclip originale, mostrava Jackson che cantava in una prigione. MTV eliminò il video dalla playlist perché mostrava scene di violenza. Jackson e il regista del video, Spike Lee, realizzarono un’altra versione del video, la quale è visibile su HIStory on Film, Volume II, e sul lato DVD del Visionary.

La produzione del secondo videoclip, girato nel quartiere di Pelourinho a Salvador da Bahia Brasile, risultò problematica: le autorità statali cercarono, anche se invano, di bloccare le registrazioni. Ronaldo Cezar Coelho, all’epoca ministro brasiliano per l’economia e il turismo, chiese i diritti per la modifica delle immagini facendo la seguente dichiarazione: “Non vedo il motivo per cui dovremmo appoggiare i video che non contribuiscono in nessun modo a riabilitare l’immagine del Brasile”. Le preoccupazioni delle autorità provenivano soprattutto dal fatto che il Brasile era candidato ad ospitare i Giochi olimpici del 2004 e le immagini che mostravano povertà e abusi dei diritti umani avrebbero potuto precludere l’elezione. Un giudice bloccò le registrazioni ma un ordine successivo dell’autorità giudiziaria annullò tale decisione. Durante le riprese migliaia di persone oltrepassarono la sicurezza e una fan di Jackson riuscì ad avvicinarsi e ad abbracciare il cantante, causando in questo modo la caduta di entrambi. La donna venne in seguito scortata via dal set e Jackson continuò a ballare e cantare per la registrazione. Un altro fan lo aiutò ad alzarsi. Tale scena è stata lasciata nel videoclip ufficiale.

Nel video in molte scene sono presenti i percussionisti di una grande scuola di musica di Salvador, Olodum.

[banner network=”altervista” size=”468X60″]

Print Friendly, PDF & Email

2 Risposte a “Pesca ripiena”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.