Pizza al forno ed in padella

Ieri a cena ho preparato la pizza, l’ho cotta in due modi diversi: il primo è semplicemente al forno mentre l’altro è metà in padella e metà al forno.
Se vi chiedete il motivo è perchè girando su internet l’ho trovato spesso come metodo di cottura per una pizza come in pizzeria, ed ogni volta che volevo provarci alla fine desistevo mentre ieri mi son detta: “ma si proviamoci con una piccola pallina”.
Diciamo che tutto è andato bene fino a quando mi sono trovata a dover spostare la pizza dal ripiano alla padella 😀 non vi dico che acrobazie ho fatto per non farla rompere 😀 forse la prossima volta è meglio se mi procuro una paletta per la pizza.
Comunque il risultato è una pizza molto croccante grazie anche allo shock che prende una volta che viene posata sulla padella, la migliore tra quella al forno e quella in padella? Purtroppo il risultato è un pareggio.
A me è piaciuta di più quella con la doppia cottura mentre al mio compagno la classica fatta al forno.

pizza wurstel, carciofi e speck
Ingredienti per 2 persone:

150 gr di farina di manitoba
250 gr di farina 00
190 gr di acqua
6 gr di lievito di birra
1 cucchiaino di zucchero
7 gr di sale
3 cucchiai di olio evo + extra per la teglia
passata di pomodoro
origano
tonno
wurstel
speck
carciofi sott’olio
mozzarella per pizza

Pizza al forno ed in padella

Procedimento:
Iniziamo preparando l’impasto, versate in una ciotola le due farine, unite il lievito sciolto nell’acqua con lo zucchero ed impastate.
Dopo un paio di minuti unite anche il sale e l’olio e continuate ad impastare fino a quando vi risulterà un impasto liscio ed omogeneo.
Copritelo di pellicola e mettetelo a lievitare in un luogo asciutto (nel mio caso nel forno con la luce accesa).
Dopo quattro ore riprendete l’impasto e fate le quattro pieghe (piegate il lembo superiore verso il centro e fate lo stesso anche con gli altri lati).
Ponete nuovamente l’impasto a lievitare sempre coperto da pellicola per altre 3 ore.
Trascorso anche la seconda lievitazione dividete l’impasto in due palline e fatele lievitare per un’altra mezz’oretta.

Ora dipende da che metodo di cottura volete usare, per quello al forno basta stendere l’impasto in una teglia, oliata con olio evo, con le mani, farcirlo con la passata ed infornare nel forno già a temperatura 220° per circa 10 minuti ponendolo sul ripiano basso (la cottura varia in base al forno, eventualmente controllatela).
Riprendete la teglia e farcitela a piacere, nel mio caso con il wurstel, speck, carciofi, mozzarella ed origano ed infornate per altri 10-15 minuti o comunque fino a quando non risulterà bella dorata la superficie.

Mentre con il secondo metodo di cottura mettete una padella antiaderente sul fuoco vivo a fiamma alta per almeno 10 minuti perchè dovrà essere bollente ed accendete il grill del forno al massimo.
Ora prendete la palla di impasto e stendetela sempre con le dita partendo dal centro verso l’estero, avendo cura di portare le bolle all’esterno. (se siete provvisti di pala fate questa operazione direttamente sulla pala infarinata)
Posate la pizza sulla padella (dovranno gonfiarsi le bolle) cuocetela per circa 2-3 minuti a fuoco medio (controllate il fondo), farcitela a piacere, nel mio caso con passata di pomodoro, tonno, carciofi, mozzarella ed origano.
Prendete la padella mettetela sulla griglia del forno nel ripiano più vicino al grill avendo l’accortezza di lasciare il manico all’esterno.
Cuocetela per circa 2 minuti, girandola se notate qualche parte più chiara.

Ecco qua i due metodi di cottura con lo stesso impasto, se preferite una pizza più croccante provate la cottura in padella mentre per una pizza più soffice ed alta la classica in forno.

pizza al tonno in padella

Precedente Nutellotti - biscotti con solo 3 ingredienti Successivo Zucchine sabbiose

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.